Chiude il weekend di Tuttoingioco su scienza e vita. Ospiti: Mario Tozzi, Christine Weise, Maurizio Boldrini, Giorgio Dendi e Cesare Catà

evento Civitanova MarcheFinesettimana di ospiti illustri, anche fra il pubblico di Tuttoingioco. Oltre ai protagonisti Nada, Tito Stagno e all’arcivescovo Luigi Conti, hanno fatto capolino fra gli spettatori del settimo weekend il conduttore Rai Paolo Notari (in città per uno speciale sulla Biennale) e il cantautore Niccolò Fabi in compagnia di Serena Abrami.

Il weekend si è aperto con le parole dell’Arcivescovo sulla dialettica fra scienza e vita “insita nella storia dell’uomo“.  “La scienza – ha detto Monsignor Conti – spesso si crede autonoma ma deve tornare a lavorare in funzione della vita perché solo in questo caso essa è utile all’uomo. Questa discussione va affrontata continuamente anche in maniera laica come nel caso di Tuttoingioco.” Congratulandosi per la scelta dei temi con il Presidente e con il direttore artistico di Tuttoingioco, l’Arcivescovo, ha aggiunto di esser molto felice della scelta della sede perché “a Civitanova c’è una parte importante della mia diocesi e a Civitanova Alta c’è la memoria grata del passato che è una delle chiavi con cui leggere il futuro.”

Sul tema della memoria e della vita si apre anche oggi, domenica 23 agosto, l’ultima giornata del settimo weekend che al giardino dell’ex liceo classico, alle 21.30, ospita Christine Weise, presidente di Amnesty International Italia presenterà la campagna sui diritti umani “Io pretendo dignità“. L’ intervento si apre con l’interpretazione audiovisiva intitolata “Il privilegio di esistere” a cura del maestro Maurizio Boldrini con pagine di autori contemporanei composte per la serata allo scopo di dare voce a due emblematiche vicende umane: quella del nigeriano Ken Saro Wiwa poeta martire e quella dell’indiana Rashida Bee artefice della protesta detta “marcia delle scope“. Per l’occasione il pubblico è chiamato a contribuire alla composizione di una poesia collettiva, assemblata in tempo reale e letta dall’attore marchigiano.

Ken Saro-Wiwa

La vera prigione
non è il tetto che perde
neanche il nulla del giorno.
Sono le bugie che ti hanno martellato
le orecchie per un’intera generazione,
la vigliaccheria travestita da obbedienza in agguato nelle nostre anime.

Rashinda Bee

Il nostro simbolo è la scopa.
Usiamo la scopa perchè è un’arma domestica e quando una donna la impugna significa guai.
E’ anche il simbolo di far pulizia.
Chiediamo qualcosa di elementare come
acqua da bere e aria pura da respirare.

La piazza della libertà prende vita alla stessa ora con la prima parte del Beatles Tribute con i The Roaches prima di lasciare spazio allo spettacolo che apre invece il programma dedicato alla scienza. Ne è protagonista alle 22.30 lo scienziato Mario Tozzi conduttore di alcuni programmi tv, fra cui Gaia, il pianeta che ride e La gaia scienza.

Altro grande personaggio della scienza è il campione mondiale di giochi matematici, Giorgio Dendi, che tutti gli appassionati possono ammirare all’opera e persino sfidare dalle 22.30 nel giardino della scienza.

La musica classica torna nella chiesa di Madonna Bella dalle 22.00 con Il violino racconta, programma a cura del Conservatorio di Fermo e dell’associazione Ut. Re.Mi con Daniela Torresetti e Alessandro Deljavan. Nel giardino dell’ex Liceo Classico, al termine dello spettacolo di Amnesty è la volta della musica anni ’20 e ’30 del Concertino Burro & Salvia, mentre alle 23.30 riprende in piazza della libertà il tributo ai Beatles con i The Roaches.

La serata si conclude ore 23.30 nella mensa di Sant’Agostino con Cantine Fontezoppa e il caffè letterario che propongono Cesare Catà e il suo romanzo Nel regno di Eriu. Storie in un Irlanda dell’anima.

Protagonisti

Christine Weise
Nata in Germania nel 1963 e si è trasferita in Italia nel 1987, dopo aver conseguito la laurea di interprete di conferenza. Vive a Loiano, in provincia di Bologna. È sposata con Fabrizio Morganti e ha due figli, Marco e Luca di 15 e 13 anni.
Lavora dal 1987 come interprete di conferenza freelance. Dal 1991 al 2008 ha avuto incarichi di insegnamento presso la SSLMIT di Forlì (Università di Bologna). Nel febbraio 2008 ha conseguito la laurea triennale in Culture e diritti umani presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Bologna.
All’interno di Amnesty International, di cui è socia dal 1984, è stata attivista di diversi gruppi locali in Germania e Italia, componente del Comitato direttivo della Sezione Italiana e delegata dell’associazione alle due ultime assemblee internazionali nel 2005 e 2007.
Christine Weise è stata eletta presidente della Sezione Italiana di Amnesty International al termine della XXIV Assemblea generale dell’associazione, svoltasi a Trevi (Perugia) dall’1 al 3 maggio 2009.

Maurizio Boldrini
Regista e ricercatore teatrale nato a Muccia (MC) il 7/11/1958.
Dal 1982 ad oggi svolge attività professionale come interprete-regista e docente-conduttore di laboratori e seminari teatrali.
Laureato a pieni voti e lode in DAMS (Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo), Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Bologna (1983). Tesi di laurea: “La cooperazione teatrale in Italia”.
Dal 1982 ad oggi è direttore del Minimo Teatro e dell’annessa Scuola di Dizione, Lettura e Recitazione (Macerata). Nel 2004 fonda e dirige la Prima scuola di ingegneria umanistica (Macerata).
Principali collaborazioni didattiche e professionali:
Istituto della Comunicazione e dello Spettacolo (DAMS) dell’Università di Bologna, in qualità di conferenziere per la Cattedra di Organizzazione ed Economia dello Spettacolo (dal 1983 al 1993);
RAI Radiotelevisone Italiana (sede di Ancona), in qualità di interprete e di programmista-regista (1984/85);
CIDIM (Centro di Documentazione Musicale, Roma) in qualità di ricercatore- redattore (1985/86);
Escuela Official de Idioma  (Valencia-Spagna) in qualità di relatore e voce recitante (a.a. 1991/92);
Escuela Official de Idioma  (Saragozza-Spagna) in qualità di relatore e voce recitante (a.a. 1991/92);
ERT (Emilia Romagna Teatro) in qualità di docente nel Corso di aggiornamento per direttori e  funzionari dei teatri dell’Emilia Romagna (1992)
Institut del Teatre (Barcellona-Spagna) in qualità di relatore e voce recitante per l’inaugurazione dell’a.a. 1994/95.
Regione Marche, docente nel corso di formazione professionale per Organizzatori teatrali e dello spettacolo (1996)
Università di Macerata, Facoltà di Scienze della Formazione, docente del corso di Animazione teatrale (dal 2004)
Università di Macerata, SSIS, docente del Laboratorio della Letterarura e della Metodologia Teatrale  (dal 2004)
Università di Macerata, Facoltà di Lettere e Filosofia, docente del corso di Elementi di diritto per lo spettacolo (dal 2004), docente del corso di Storia del teatro e dello spettacolo e del corso di Teoria e prassi dell’arte scenica (dal 2005)
Università di Macerata, Facoltà di Scienze della Formazione, docente del corso di Teoria e pratica dello spettacolo (dal 2006)
Università di Macerata, Facoltà di Scienze della Comunicazione, docente del corso di Comunicazione teatrale (dal 2008).
Opere teatrali monografiche in repertorio:
Jacopone da Todi, Dante Alighieri, William Shakespeare, Heinrich von Kleist, Alessandro Manzoni, Giacomo Leopardi, Gabriele D’Annunzio, Dino Campana, Aldo Palazzeschi, Eugenio Montale, Antonin Artaud, Marguerite Yourcenar, Vittorio Sereni, Sandro Penna,Pier Paolo Pasolini, Mario Luzi (in prima esecuzione alla presenza dell’Autore), Garc a Lorca (“Due amanti assassinati da una pernice”, prima esecuzione assoluta), Remo Pagnanelli (“Preparativi per la villeggiatura”, prima esecuzione assoluta), Giovanni Prosperi (“H il suono scritto”, prima esecuzione assoluta, alla presenza dell’Autore; “Robespierre”, prima esecuzione assoluta, alla presenza dell’Autore), Enis Batur (in prima esecuzione assoluta in Italia alla presenza dell’Autore), Emilio Villa (“L’orecchio rovesciato”, prima esecuzione assoluta), AA.VV. contemporanei:
Carlacchiani, Fortini, Manzoni, Martellini, Matricardi, Monachesi, Prosperi, Re, Salvucci, Scalise, Tonato, … (“La voce dei santi ricordi”, prima esecuzione assoluta alla presenza degli autori), Bruno Arzeni (“Biografia”).
Riconoscimenti:
Vincitore di borsa di studio quadriennale del Pio Sodalizio dei Piceni, Roma 1978
Premio Agorà per il teatro, Appignano 1994
Primo premio al Festival Internazionale della Cultura, Salerno 1997, con la registrazione su nastro magnetico: “Ettore e Andromaca” .
Premio Josepin 2001 – Arte e Informazione, Montefiore dell’Aso 2001
Medaglia d’oro della Regione Marche per meriti culturali, 2001

The Roaches
Cover band dei Beatles, i loro concerti sono dei veri e propri happening nei quali di solito succede qualsiasi cosa passi loro per la testa.
Ai Roaches dunque piace andare in giro a suonare le canzoni dei Beatles divertendo e divertendosi. Si parte da “Love Me Do”, per arrivare alle mitiche “Yesterday”, “Michelle” ed “Help!” fino agli ultimi fantastici pezzi dei Fab Four, “Let It Be”, “Hey Jude”.
I Roaches hanno partecipato a tutte le edizioni della Beatles Night Civitanovese nel ’97, nel ’98 e nel ’99. Si sono esibiti anche a Brescia per il Beatles Day nel ’98, facendo anche una capatina a Liverpool, per il Beatles Festival del 1999. Nel 1998, durante un concerto al teatro Conti di Civitanova Marche, registrano il loro CD live “I Favolosi Beatles”. Nel 2008 Aprono il concerto dei Rezophonic in occasione della “Note Blu” di Porto Potenza e si esibiscono alla Manifestazione “Vita Vita” la Notte Bianca di Civitanova Marche.
E’ prevista per il 2009 la pubblicazione del singolo in vinile (Limited edition ) “When on the Radio”.

Mario Tozzi

Geologo e Primo Ricercatore del Consiglio Nazionale delle Ricerche, si occupa dell’evoluzione geologica del Mediterraneo (in particolare del settore adriatico-ellenico) e studia le deformazioni delle rocce per ricostruirne la storia nel passato più lontano. In pratica, se vede una piega o una faglia si eccita e cerca di capire cosa è stato e quando (mentre assai meno riesce a preoccuparsi del perché).
Laureato con lode in Scienze Geologiche presso “La Sapienza” di Roma, ha seguito il cursus accademico diventando Dottore di Ricerca nel 1989, Ricercatore del Consiglio Nazionale delle Ricerche nel 1988 e Primo Ricercatore, sempre del CNR, nel 1999. Attualmente lavora presso l’Istituto di Geologia Ambientale e Geoingegneria (IGAG) di Roma. Ha studiato per un anno a Parigi presso un laboratorio all’avanguardia nel paleomagnetismo. Nel campo della ricerca è autore di circa 70 pubblicazioni scientifiche su riviste italiane e internazionali, di oltre 70 comunicazioni a congressi nazionali e internazionali, di guide geologiche e di dispense per i corsi universitari. Collabora con le Università di Roma “La Sapienza” e “Roma Tre”, nell’ambito dei corsi di Geologia, Rilevamento Geologico e Geologia Strutturale. Inoltre è correlatore di tesi di laurea e di tesi di dottorato ed è membro nelle commissioni di esame. Tiene corsi di aggiornamento annuali per gli insegnanti di Scienze.
Dal 1996 si occupa di divulgazione delle scienze geologiche, naturali e ambientali attraverso i mezzi di diffusione radiotelevisiva, la carta stampata, i libri e i sussidi audiovisivi. Effettua revisioni scientifiche e redazione di testi per documentari, ha commentato regolarmente per otto anni tematiche geologiche e ambientali come esperto in studio per il quotidiano televisivo Geo & Geo ed è stato consulente e inviato per il settimanale King-Kong di RaiTre. Dal 2003 è inviato ed esperto per Che tempo che fa su Rai tre. Dal 2000 conduce il settimanale GAIA – il pianeta che vive (prima serata di RaiTre) di cui è anche autore e consulente scientifico.
Nel passato ha condotto La Via Francigena (nell’ambito degli “Itinerari delle Spirito”) per Rai Giubileo-RaiTre (2000) e circa 150 documentari dalle città italiane per RaiInternational (1998-1999). E’ spesso ospite di molte trasmissioni televisive, sia Rai che Mediaste, per commentare eventi legati all’ambiente e alla Terra in generale. Non disdegna mescolarsi in trasmissioni apparentemente molto diverse dalle sue. Collabora con emittenti radiofoniche e con alcune rubriche di Radio Rai.
La Federazione Italiana di Scienze della Terra (FIST) lo ha nominato coordinatore della divulgazione delle Scienze della Terra in Italia e il CNR lo delega alla diffusione delle conoscenze scientifiche portate avanti dall’Ente. Anche per questi scopi istituzionali ogni anno tiene decine di conferenze e seminari in giro per l’Italia.
Ha scritto quattro libri a mezza strada fra il saggio e il racconto e due libri di testo di Scienze della Terra adottati nelle le scuole superiori. Collabora a National Geographic (edizione italiana), a Newton, a Consumatori (rivista delle coop) e a La Stampa; fa parte del comitato di redazione de L’indice.

Giorgio Dendi
Ha partecipato ai mondiali dei giochi matematici Bocconi a Parigi e si è classificato in prima posizione nel 2000. Ha poi partecipato a tutte le edizioni, sia come concorrente, sia come allenatore della squadra italiana.
Ha girato l’Italia da Varese a Gela, da Torino a Pola (la scuola italiana in Croazia), con conferenze sui giochi matematici, alle quali partecipano sempre molti giovani studenti appassionati di matematica. L’ultima sua trovata è fare una tre giorni (realizzata per la prima volta a Paderno del Grappa con la Mathesis di Vicenza), con lezioni continue a liceali appassionati di gare matematiche.
Collabora dal 2005 con il Festival della Scienza di Genova: a MateFitness tiene conferenze rigorosamente dal titolo “Festa Mentis” (anagramma di MateFitness). Il 4 novembre 2007 ha tenuto una conferenza di 12 ore consecutive, al Teatro Carlo Felice, parlando di giochi matematici ed enigmisitici, con il supporto di circa 1200 diapositive. Conferenza replicata (con testi parzialmente rinnovati) l’1 novembre 2008.
Esperto in particolare di giochi logici, collabora a varie pubblicazioni, fra cui Focus Giochi (che ora si chiama Brain Trainer), rivista per la quale costruisce schemi chiamati “La mia città” e “Alberi”, la Settimana Enigmistica, Domenica quiz, sul sito dell’università Bocconi e sul sito di Basecinque. È autore del libro La Matematica per chi non è portato per la Matematica ma il prossimo anno vorrebbe vincere i Campionati Internazionali di Giochi Matematici, un utile vademecum per chi vuole avere confidenza con la matematica.
Esperto anche di enigmistica, ha partecipato al programma televisivo “Scommettiamo che…?” su Rai1. Ha tentato di comporre nel tempo massimo di tre minuti un cruciverba di 11 x 12 caselle, con 20 caselle nere, con due parole di 12 lettere proposte dagli ospiti all’ultimo momento, da inserire nello schema, riuscendoci.
E’ esperto di anagrammi, e ne ha composti migliaia su nome e cognomi di personaggi famosi.

Alessandro Deljavan
Giovane pianista pescarese. Alessandro ha iniziato gli studi a Pescara, proseguendoli poi al conservatorio di Milano e presso il Pergolesi di Fermo; all’età di sedici anni ha registrato il primo disco; nel 2005 si è classificato 2° all’Hummel Competition di Bratislava, è stato il primo italiano al Gina Bachauer Junior artists competition di Salt Lake City e semifinalista al Clara Haskil International Piano Competition. Nello stesso anno ha diretto l’orchestra sinfonica Verdi. Nel 2007 si è laureato presso l’Università della musica “G. Braga” di Teramo; attualmente si sta perfezionando presso l’Accademia internazionale del Lago di Como.
Quest’anno negli Stati Uniti, ha partecipato al Van http://www.laprimaweb.it/wp-admin/post-new.phpCliburn il premio per pianisti più autorevole al mondo. È arrivato in semifinale vincendo il premio speciale del presidente della giuria John Giordano.
Il 2009, anno ricco d’impegni con concerti in giro per il mondo (Monaco, Varsavia, Cracovia, Ginevra, Fort Wort…) e in Italia (Forlì, Como, Roma, Milano, Pescara). Ha partecipato al Festival della musica da camera di Civitanova Marche il 18, 19, 25, 26 luglio ed il 22 e 23 agosto parte per Vancouver e Buenos Aires. Per l’autunno è in cantiere la registrazione di un nuovo disco presso uno studio milanese. (www.alessandrodeljavan.com)

Concertino Burro & Salvia
Band anconetana con un vasto repertorio di canzoni italiane in grado di intrattenere e commuovere.
Concertino Burro & Salvia ha partecipato a varie manifestazioni musicali, ed eventi di carattere nazionale ed internazionale.
Non un semplice concerto, ma vero e proprio teatro di varietà e avanspettacolo, fatto di aneddoti, macchiette, piccoli monologhi, e naturalmente canzoni d’epoca.
Il Concertino Burro e Salvia è composto da: Franco Fetta e Luigi Franciolini (tenori), Mauro Gozzi (chitarra), Michele Bramucci (batteria), Giuliano Pietroni (mandolino), Marco Tarantelli (contrabbasso). www.myspace.com/burroesalvia

Cesare Catà
Nato a Fermo nel 1981. Storico della filosofia e scrittore, dopo la Laurea in Filosofia e Scienze Umane ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Storia della Filosofia presso l’Università di Macerata, dove è stato per tre anni borsista. Nell’ a.a. 2006/7 è stato collaboratore della Cattedra di Filosofia Rinascimentale e Comparativa presso la University of Hawaii at Manoa di Honolulu (USA); visiting scholar presso la Facoltà di Teologia di Trier (Germania). È autore di saggi, articoli, recensioni, studi concernenti il pensiero e la cultura medievale-rinascimentale, e il rapporto tra filosofia e letteratura nella storia europea. È autore di racconti per i quali ha ricevuto riconoscimenti significativi. Attualmente ricopre l’incarico di Assessore alla Cultura del Comune di Porto San Giorgio (FM).

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top