Massimiliano Orlandoni al Magmart di Napoli

Massimiliano Orlandoni al Magmart di NapoliGiunto alla sua 5ª edizione, Magmart | video under volcano, festival internazionale di videoarte, approda al PAN| Palazzo delle Arti Napoli, con una rassegna che presenta – dal 26 al 28 Marzo – gli oltre 290 video partecipanti, la più vasta esposizione di videoarte mai vista a sud di Roma. Con una presenza crescente e qualificata di artisti italiani e campani (quai la metà del totale), accanto alla significativa partecipazione di artisti da tutto il mondo, il festival Magmart oltre a confermarsi uno dei più noti e partecipati festival internazionali di videoarte, consolida così il proprio ruolo di palestra e vetrina per la produzione videoartistica italiana, collocandosi a buon diritto come uno dei più interessanti snodi che interfacciano Napoli al mondo dell’arte e della cultura globale, e ponendosi anche (nella prospettiva del Forum Universale delle Culture che si terrà a Napoli nel 2013) come valido punto di partenza per l’apertura di un dialogo culturale tra la città ed il mondo.

Con oltre 190 artisti, da Italia, Polonia, Germania, Spagna, Francia, Irlanda, Austria, Gran Bretagna, Croazia, Grecia, Slovacchia, Romania, Belgio, Serbia e Montenegro, Svizzera, Russia, Svezia, Olanda, Finlandia, Norvegia, Stati Uniti, Canada, Corea del Sud, Giappone, Brasile, Israele, Colombia, Turchia, Iraq, Nuova Zelanda, Australia, Filippine, ed un vastissimo network internazionale alle spalle, Magmart pratica già l’universalità dei linguaggi e delle culture. Raggruppati per area di provenienza, i video saranno proiettati nelle tre sale che ospiteranno il festival, dal pomeriggio di venerdi 26 alla mattina di domenica 28. Farà seguito, il 17 Aprile, la presentazione al CAM – Casoria Contemporary Art Museum dei 30 video selezionati dalla Giuria.

Tra gli artisti in concorso anche il nostro Massimiliano Orlandoni che presenta Inside (27 marzo dalle 10.30 presso la Sala C del P A N – Palazzo delle Arti – Via dei Mille, 60 – Napoli)

INSIDE è un viaggio nella materia, nei segni e nelle tracce che essa contiene. Una sensazione di scoperta, un percorso ricco di mistero, il fascino di voler esaudire un desiderio. Un cammino che sembra svolgersi nei sotterranei di una citta’ o, meglio, in un non-luogo al quale applicare l’esperienza di un proprio viaggio. L’ipnosi trascina i nostri sensi e ci si lascia coinvolgere nella curiosita’ del dopo, un ritorno dove ad attenderci c’e’ un suono amico.

Massimiliano Orlandoni di Castelfidardo, il suo primo lavoro è IL DIAVOLO SULLE COLLINE, pubblicato in volume nel maggio 1998. Iniziato nel 1992 verrà esposto a Cordoba e Malaga (Spagna), Graz (Austria) e Bratislava (Slovacchia). Il lavoro sarà recensito dalle principali riviste italiane. Segue ATTIMI DI ISTANTE PRIMA DELLA MORTE, 1998, lavoro esposto prima ad Arles in Francia e presentato poi, l’anno successivo, nella Galleria The Prinz a Kyoto in Giappone. Sempre nel 1998 viene pubblicato il lavoro dal titolo OMBRE DEI PENSIERI. Nel 1999 presenta a Venezia nel Palazzo Querini Dubois il lavoro LA CITTA’ DEI VISI PERDUTI. A maggio del 2000 è a Milano al Palazzo della Triennale dove espone TRILOGIA DELLA NATURA. Nello stesso anno inizia L’ISOLA DI DERI, che nel novembre del 2001 viene esposto al Museo d’Arte Contemporanea di Zilina in Slovacchia e pubblicato in volume nel dicembre 2002. E’ questo il lavoro di svolta: dopo il culmine del nero assistiamo al graduale dominio del bianco. Nel frattempo, nel settembre del 2000, nasce il progetto Casa-Atelier. Creare una casa d’artista che riproduca elementi del mondo mediterraneo. Ristruttura personalmente un immobile in centro storico a Castelfidardo nelle Marche ed il 26 settembre 2004 inaugura il suo ATELIER CHAMBRE. A marzo del 2006 viene insignito dalla Città di Castelfidardo con la Medaglia al Talento e, a dicembre dello stesso anno, viene inserito nel volume Le Marche e il XX secolo – Federico Motta Editore. Nel 2008, presso gli Scavi Archeologici del Palazzo dei Capitani ad Ascoli Piceno, viene presentata un’ampia selezione dei suoi lavori e pubblicato un catalogo con testo critico della Dott.ssa Giovanna Bonasegale – Direttrice della Galleria Comunale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma. Nel frattempo numerose sono le gallerie che hanno deciso di trattare i suoi lavori che, nello stesso anno, vengono esposti anche presso l’Istituto Italiano di Cultura a Bratislava (Slovacchia). Sempre nel 2008, a novembre, inizia un’intensa collaborazione con Roberto Cardinali, Marco Rossi e Sara Tringali. Insieme sviluppano il progetto WHITECIRCLE.ORG per la realizzazione di un cortometraggio di animazione dal titolo MAOR il quale ottiene la Menzione Speciale della Giuria al concorso Corto Dorico Pro 2009.

www.massimilianoorlandoni.it

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top