A Fermo e Macerata in scena “Amleto” di Valentina Rosati

amletoLunedì 28 febbraio al Teatro dell’Aquila di Fermo e martedì 1 marzo al Lauro Rossi di Macerata l’appuntamento è con i grandi classici. Le stagione teatrali promosse dai rispettivi comuni e dall’AMAT – con il contributo della Regione Marche e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali – ospitano Amleto di William Shakespeare nella lettura che ne offre per il Teatro Stabile delle Marche la giovane regista marchigiana Valentina Rosati, diplomata all’Accademia Nazionale Silvio D’Amico e parte – con la sua compagnia Belteatro – di “Matilde. Piattaforma per la nuova scena marchigiana”, un progetto di Regione Marche e AMAT.

A Fermo con Amleto – ultimo appuntamento del cartellone denominato Classico Contemporaneo – prosegue anche Scuola di platea, progetto di introduzione al teatro per gli studenti degli istituti superiori di Fermo promosso dall’Amat e dal Comune di Fermo in collaborazione con il corso di Storia del Teatro dell’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”.

Scrive Valentina Rosati nelle note di regia: “Anno 2010. sono passati più di quattro secoli dalla nascita di Amleto e questo dramma, forse il più famoso al mondo, resiste al tempo in maniera straordinaria. Ecco un altro Amleto: il Sipario è ormai logoro e lo Spettro deve consegnare nuovamente al Principe di Danimarca il plot di questo dramma antico, in cui il figlio è costretto a interpretare il personaggio dell’eroe per compiere la vendetta del padre. Ma Amleto, costantemente al limite tra quello che è e quello che non è, si rivela un eroe svogliato, incastrato nel suo destino e costretto al confronto con la modernità del “nuovo governo”, del “nuovo teatro” di Re Claudio, il teatro del sembrare e non dell’essere, il teatro degli inganni. Il Principe, intrappolato tra l’antica tragedia e i contingenti conflitti della famiglia, dell’amore, dell’amicizia, della cultura e della politica, affronta la scena fino alla morte. Amleto ama profondamente il teatro e usa il teatro per scoprire la verità dei fatti. Come un pazzo e come un eroe, fino alla morte.”

Lo spettacolo è prodotto da Teatro Stabile delle Marche in collaborazione con Compagnia Belteatro con il patrocinio dell’Accademia D’Arte Drammatica “Silvio d’Amico” nell’ambito del progetto Shakespeare in città.

La traduzione del testo adottata è quella di Cesare Garboli. Gli attori in scena sono Federico Brugnone, Silvia D’Amico, Francesco Ferriera, Davide Iacopini, Luca Marinelli, Gabriele Portoghese, Eugenia Rofi, Barbara Ronchi, Enoch Marrella, Marco Taddei, Stefano Vona. I costumi sono di Marianna Peruzzo, la musica di Mariano Bellopede, le luci di Mauro Marasà.

Per informazioni e biglietti: Mondavio 0721 638882, Fermo 0734 284295, Macerata 0733 230735. Inizio spettacoli ore 21.

Biografie

Valentina Rosati
regia

Nata ad Ancona si diploma come attrice alla scuola di avviamento al teatro dello Stabile delle Marche e si laurea in Mestieri della Musica e dello Spettacolo – Managment dello spettacolo. Trasferitasi a Roma si diploma in regia all’Accademia Nazionale D’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” e a partire dal 2003 comincia a muovere i primi passi in campo nazionale lavorando come attrice e regista.Nel 2008 vince il premio Nazionale delle Arti per la Regia con L’Amore di Fedra da Sarah Kane. Successivamente partecipa con la sua compagnia, formatasi durante gli studi in Accademia, a Nuove Sensibilità (Festival di Napoli) con Zia Rosa da I Blues di T. Williams e al Festival Di Spoleto con Grand Hotel Schnitzler da La Signorina Else e Girotondo di A. Schnitzler. Nel 2009 è assistente alla regia di Carlo Cecchi per il Sogno di una notte d’estate di Shakespeare. Il lavoro su Shakespeare con gli attori del suo gruppo prosegue con Amleto, prodotto dallo Stabile delle Marche.

Gabriele Portoghese
Amleto

Nato a Milano, si è formato a Roma, dove vive, presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico”. Assieme ad alcuni compagni di accademia ha fondato Belteatro, compagnia che fa capo alla regista Valentina Rosati. Ha recitato nel Sogno di una notte d’estate di Shakespeare con la regia di Carlo Cecchi, Shopping and Fucking di Mark Ravenhill, regia di Ferdinando Bruni, Tinned peaches in syrup di Alex Jones, regia di Andrea Baracco. Con la propria compagnia ha preso parte ad Amleto di Shakespeare, Phoedra’s love di Sarah Kane (vincitore del Premio delle Arti2008, sezione regia), I Blues di Tennessee Williams e Grand Hotel Schnitzler da Schnitzler, tutti diretti da Valentina Rosati.

Luca Marinelli
Claudio e spettro

Nasce a Roma. Dopo il diploma di studi classici, si iscrive all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” dove si diploma con il saggio Sogno di una notte d’estate diretto da Carlo Cecchi. Successivamente con alcuni compagni di corso fonda la Compagnia Belteatro diretta dalla regista Valentina Rosati con la quale mette in scena: Phoedra’s love, La lunga permanenza interrotta, I Blues, Arianna a Nasso, Amleto.

Barbara Ronchi
Gertrude

Nasce a Roma. Dopo aver conseguito la laurea in archeologia classica, si iscrive all’Accademia d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” dove con alcuni suoi compagni e l’allieva regista Valentina Rosati fonda la Compagnia Belteatro ( Phoedra’s love, La lunga permanenza interrotta, i Blues, GrandHotel Schnitzler, Amleto). Si diploma nel 2009 con il Sogno di una notte d’estate di Shakespeare regia di Carlo Cecchi con cui debutta subito dopo con il Tartufo di Moliere. Riceve la menzione speciale alla vocazione al premio Hystrio 2010.

Francecso Ferrieri
Orazio

Nasce a Roma nel ’76. Scrive ed interpreta a diciassette anni il suo primo testo teatrale dal titolo Puro, realizzato con la regia di Turchetta. La sua formazione prosegue alla Scuola del Teatro Stabile di Genova. Qui interpreta, tra le altre opere, Donne all’assemblea di Aristofane (regia di Messeri), Anima buona del Sezuan di Brecht (regia di Sciaccaluga), Edipo Re di Sofocle (regia di Mesciulam). Con i Gloriababbi lavora in Take me away di G. Marphy e in Riccardo III di Shakespeare (regia di Filippo Dini). Dal 2003 fa parte del gruppo Narramondo diretto da N. Pannelli, con il quale prende parte alle Lettere dei condannati a morte della Resistenza europea e collabora alla stesura di La Tragedia negata. Da Carlo Cecchi è stato scelto per il ruolo del Figlio nei Sei Personaggi in cerca d’autore di Pirandello, per il ruolo di Valerio in Tartufo e come assistente alla regia per Claus Peymann… / Sik Sik l’artefice magico di Bernhard/de Filippo. Nel 2009 scrive e interpreta Sole in casa nuova.

Enoch Marrella
Polonio e Osric

Attore diplomato in recitazione presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico”. Tra i Maestri Anna Marchesini, Michele Monetta, Paolo Giuranna, Michele Placido e Giuseppe Bevilacqua. Tra i registi con cui lavora Walter Manfrè, Claudio Longhi, Carlo Cecchi e Michele Placido. Nel corso degli ultimi anni ha curato la regia di alcuni progetti teatrali tra cui La parte di Amleto (atto unico di Eduardo De Filippo) e Per restare un attimo vicino al tuo cuore (da Le Notti Bianche Di Dostoevskij) Il Signor Ponza e la Signora Frola, sua suocera (da Così è se vi pare di Pirandello).

Silvia D’Amico
Ofelia

Nata a Roma, si diploma all’ Accademia Nazionale D’arte Drammatica “Silvio D’amico” nel 2009. Tra i suoi insegnanti Lorenzo Salveti, Paolo Giuranna, Anna Marchesini, Michele Monetta, Giuseppe Bevilacqua. Cofondatrice della Compagnia Belteatro, con la quale ha realizzato Willie di Tennessee Williams, e L’Amleto di William Shakespeare.
Ha lavorato per il Napoli Teatro Festival e il Festival di Spoleto.

Federico Brugnone
Laerte, Francisco e attore giovane

Nato a Marsala, incontra il teatro con Michele Perriera, frequentando il Teates. Si trasferisce a Roma dove si diploma all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” nel triennio 2006/2009. Tra i suoi insegnanti Lorenzo Salveti, Paolo Giuranna, Anna Marchesini, Michele Monetta. Conclude il suo percorso accademico incontrando Carlo Cecchi, con cui lavorerà nel Sogno di una notte d’estate. Lavora stabilmente con la compagnia Belteatro e la compagnia Cassepipe, diretta da Vincenzo Manna.

Davide Iacopini
Rosencrantz e Marcello

Si diploma alla scuola di recitazione del Teatro Stabile di Genova nel 2007. Durante il percorso di studio, oltre a prendere parte agli spettacoli del Teatro, fonda una compagnia insieme ad alcuni compagni, con i quali mette in scena I demoni di Dostojevskij, interpretando il ruolo di Nickolaj Stavrogin. Terminata la scuola, assieme a due altri neodiplomati, recita e dirige Barbari di Barrie Keefe, portandolo in tournée in tutta Italia nella stagione 2007-2008. Si trasferisce poi a Roma e recita il ruolo di Edipo ne La macchina infernale di Jean Cocteau, al teatro dell’orologio, con la regia di Filippo Dini. Comincia poi ad alternare il lavoro teatrale con quello televisivo, partecipando alla fiction Medicina Generale, Camera caffè, Nebbie e delitti e come parte del cast fisso nel programma di LA7 Grazie al cielo sei qui.

Stefano Vona Bianchini
Guildenstern e primo becchino

Diplomato all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” nel 2007, ha partecipato a laboratori formativi con Luca Ronconi e Nicolaj Karpov. Tra i vari spettacoli: Amata mia regia di Giancarlo Sepe, Aiace regia di Daniele Salvo, Ploutos regia di Massimo Popolizio, Blue regia di Valentino Villa.

Marco Taddei
primo attore, Voltemando, guardia e prete

Nasce a Montevideo (Uruguay) nel 1983. Nel 2005 si diploma alla Scuola di recitazione del Teatro Stabile di Genova. È fondatore, insieme ad altri cinque attori, della Compagnia NIM-Neuroni in Movimento, con la quale produce Il pergolato di tigli di Connor Mcpherson, Iris di cui è autore e Bollocks! di Lee Hall. Ha scritto Iris, Amor Perfecto e Officina mia selezionato per l’edizione 2009 della rassegna di drammaturgia “Sguardi contemporanei”, promossa dal Teatro Stabile di Genova, insieme ad Annalaura Messeri, Dicha y desdicha del nombre di Calderon de la Barca. Ha lavorato con Fausto Paravidino in Genova 01. Ha lavorato con Claudio Autelli, Alberto Giusta, Carlo Emilio Lerici, Massimo Mesciulam, Annalaura Messeri, Carlo Orlando, Flavio Parenti, Laura Sicignano e Marco Ghelardi.

Eugenia Rofi
prima attrice, Barnardo e secondo becchino

Nata a Teramo il 27 maggio 1983, frequenta ininterrottamente dal 1995 al 2002 la Scuola di Teatro SpazioTre di Teramo con i docenti C. Piantieri (attrice) e S. Araclio (regista). Si laurea nel 2005 in “Letteratura, Musica e Spettacolo” presso l’Università “La Sapienza” di Roma; allieva dell’Accademia Nazionale D’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” si diploma nel 2008; partecipa agli spettacoli: Revisore di G. Scacchetti; IOeIO di C. Lievi; La Casa di B. Alba di M.R. Beato; USDÈ di D.G. Rhol; La terza parte di due di A. Baracco; On Winnie di V. Manna. Nell’estate 2009 è coinvolta nel Progetto per l’Abruzzo I fatti di Fontamara, uno spettacolo di e con M. Placido, con la Compagnia The Company, ripreso anche.

Marianna Peruzzo
costumista

È nata a Padova e si è diplomata in senografia all’Accademia di Belle Arti di Urbino, dove ha iniziato la sua esperienza teatrale allestendo vari spettacoli. Ha lavorato presso il “Rossini Opera Festival” di Pesaro e in altri progetti tra cui le scene per Io Cristoforo, Pentito di Graziella Galvani. Da diversi anni collabora con il Teatro Stabile delle Marche, seguendo le tournee di Sei personaggi in cerca d’autore, Tartufo, Claus Peymann compra un paio di pantaloni e viene a mangiare con me /Sik-Sik l’artefice magico tutti con la regia di Carlo Cecchi. Attualmente collabora con la costumista Roberta Spegne e con Valentina Rosati per la sua compagnia Belteatro.

Mariano Bellopede
musica

Musicista napoletano diplomato in pianoforte con 10 e lode. Molto attivo in ambito teatrale come pianista compositore e arrangiatore. Collabora con Peppe Barra, Mariano Rigillo, Remo Girone, Carlo Cerciello, Enzo Moscato, Compagnia della Rancia, Antonio Lubrano. Nel 2009 pubblica il suo primo disco Viaggio in duo, col quale riceve diversi riconoscimenti (Premio Sele d’oro, Premio Musiche di periferia) e si esibisce in Italia, Spagna e Germania per diverse ed importanti rassegne musicali. Collabora inoltre stabilmente con Radio Tre Rai per la trasmissione “Zazà”. Alcuni suoi brani o sue esibizioni concertistiche sono regolarmente trasmesse da RadioUno, RadioTre, RadioVaticana, NotturnoItaliano.

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top