Pane Nostrum 2012, evento gastronomico sull’arte della panificazione a Senigallia

Pane Nostrum 2012Pani da tutta Italia e dall’estero, laboratori sul lievito madre, street food firmato Cedroni e Uliassi, raffinate degustazioni e abbinamenti enogastronomici, percorsi alla scoperta della birra artigianale, prodotti della buona terra, delizie floreali fritte, menù di cucina contadina, corsi per imparare a fare pane, focacce e biscotti al Kamut, corsi gluten free, pomeriggi a misura di bambino, forni a cielo aperto che sfornano delizie tutto il giorno.

Sono tantissime le attività che quest’anno Pane Nostrum proporrà ai visitatori nei quattro giorni di Festa Internazionale dedicata al pane, da giovedì 20 a domenica 23 settembre (si raccomanda la prenotazione 338.7547793). Teatro della manifestazione arrivata alla sua XIIª edizione, è la città Senigallia (AN), con i suoi luoghi più belli e rappresentativi, Piazza del Duca, i Giardini della Rocca, Palazzetto Baviera.

Secondo un recente articolo uscito per il Gambero Rosso, Pane Nostrum è uno degli appuntamenti gastronomici imperdibili nel panorama italiano. Valutazione confermata dalla presenza quest’anno anche degli inviati della storica trasmissione “Sereno Variabile”, che nelle giornate di giovedì e venerdì realizzeranno un servizio dedicato alla manifestazione e alla città, previsto in onda nelle prossime settimane.

I forni si accenderanno giovedì 20 settembre alle 17.30 e poi saranno attivi da venerdì a domenica dalle 9 alle 13.30 e dalle 15 alle 21 (sabato fino alle 22). In occasione dell’inaugurazione giovedì, gli alunni e i professori dell’Istituto Alberghiero Panzini di Senigallia saranno in uno dei forni per presentare pane, focaccia e un dolce settembrino di pane e uva.

Gli ospiti d’onore di Pane Nostrum 2012 arrivano dal Trentino Alto Adige (pane delle Dolomiti e lo Shuttelbrot), dalla Liguria (libretto, focaccia ligure, pane del pescatore), dalla Toscana (pane di Altopascio e presidi Slow Food: Marocca di Casola con farina di castagne e Testarolo Pontremolese, quest’ultimo sempre presente sul prato della Rocca), dall’Umbria (Pane di Terni e Pan Pepato), dal Lazio (pane di Genzano), dall’Abruzzo (Fiadoni), dalla Calabria (pitta catanzarese), dalla Sicilia (pane etneo tradizionale, mafalda, pane con le olive e biscotti al sesamo). Arrivano anche dall’estero, dalle città gemellate con Senigallia: Sens (Francia) e Lorrach (Germania). Una delegazione di panificatori è inoltre in arrivo anche dalla Grecia, dalla provincia di Etoloakarnania, grazie al Forum delle Camere di Commercio dell’Adriatico e dello Ionio. Nella prima giornata, giovedì 20 settembre, saranno all’opera i panificatori francesi, liguri, abruzzesi, toscani, calabresi e siciliani.

A fare gli onori di casa i pani delle Marche, in particolare i pani marchigiani di filiera come il pane sciapo di Fabriano, il Pangallo, il Pane del Duca, il Pane delle Terre di Frattula, il pane cotto a legna ai fiocchi di patate, pane di mosto e mandorle, pane di Kamut, pizza al formaggio, paste di mosto e dolci da forno, grazie ai panificatori del territorio aderenti a Confcommercio Imprese per l’Italia Provincia di Ancona e ai panificatori aderenti al Marchio Qualità della Camera di Commercio di Ancona. Tra gli ospiti anche l’Associazione Pizzaioli Marchigiani con una pizza a km zero, fatta tutta con ingredienti del territorio.

I richiestissimi corsi gratuiti di panificazione condotti da Antonio Cipriani e Werter Cuffiani, si svolgeranno tutti i giorni come sempre in due turni, dalle 18.15 alle 20.15 e dalle 21 alle 23, nella apposita aula didattica sul Prato della Rocca, che ospita anche i corsi gluten free a cura dell’AIC e i pomeriggi di “Mani in pasta!” (15-17) condotti da Matteo Borroni (la mattina invece, lo spazio si apre alle scuole).

Nei corsi di panificazione si lavorerà su biscotti di Kamut allo zafferano e profumo di agrumi; pane, pizze e focacce di grano duro con lievito naturale e tecnica per creare il lievito naturale a casa. Anche nello spazio gluten free ci sarà un laboratorio per imparare tutto sul lievito madre, oltre a un minicorso dedicato ai bambini per mini pasticcieri, degustazioni, merende, assaggi e persino un Gioco dell’oca a tema. A proposito di pasta madre, da non perdere è l’incontro con Barbara Gobbi che venerdì alle 18 a Palazzetto Baviera presenterà il suo lievito madre di 150 anni, ereditato dalle donne della sua famiglia e oggi portato in coltura liquida.

Oltre 40 sono i produttori, agricoltori e artigiani delle associazioni professionali di categoria che danno vita al percorso di Prodotti della Buona Terra (C.I.A. Terre di Frattula e produttori certificati BIO, Copagri, Coldiretti, CNA, Confartigianato), tra il prato della Rocca Roveresca, Piazza Manni, Piazza del Duca, tutti i giorni con orario continuato dalle 9.30 alle 21 (giovedì dalle 17.30). I visitatori potranno scoprire formaggi, salumi, olio, vino, birre artigianali, farine macinate a pietra, pasta, zafferano del Montefeltro, frutta sotto zucchero, visciole, marmellate, liquori artigianali, miele, sottolio, cioccolata, terrecotte pesaresi. Le aziende ospiti quest’anno sono: Az. Agricola Pittalis; Cioccolateria Vittoria; Az. Agricola Mezzanotte Sandrino; Apicoltura Maurizio Vici; Az. Agricola Muccichini Otello; Az. Agricola Colle Sant’Angelo; La miniera dei sapori Mocheni; Apicoltura Gabannini; Agricola Si.Gi.; Cantina Boccafosca; De Marco Mauro; Az. Agricola Peloni Rosita e Costantino; Az. Agraria Galluzzi; Az. Agr. Trionfi Honorati; Salumificio Artigianale Properzi; Caseificio Il Faro; Frantoio Lugliaroli; Az. Agricola Le Ville; Az. Agricola Mencaroni; Az. Agricola Roncarati e Ciancone; Frantoio Montedoro; Az. Agricola Cardinali Lamberto; Laboratorio Artigianale Amaltea; Cooperativa Apicoltori Montani; Az. Agr. La Tartaruga; Az. Agricola Luzi; La Fattoria dei Cantori; Iris Birra; Zafferano Montefeltro; Marcozzi di Campofilone; Az. Agricola Marchese Marino; Macelleria Mariani; Panificio Minardi; Antica Stamperia Carpegna; Birrificio Il Gomito; Società Artigiana Vasai; Birrificio Il Mastio – Urbisaglia (MC) .

Nelle giornate di venerdì, sabato e domenica, si svolgeranno i raffinatissimi Laboratori del gusto in collaborazione con Slow Food e per gli abbinamenti enologici con IMT – Istituto Marchigiano di Tutela Vini, così come gli altrettanto raffinati laboratori dedicati alla Birra artigianale nazionale, europea e locale, con gustosi abbinamenti (in collaborazione con l’Associazione Amici della Birra Marca Gallica di Senigallia). Chi allo street food e alle degustazioni preferisce un tradizionale pasto in osteria, trova soddisfazione nel menù “Il pane in cucina”, che recupera l’antica arte del riutilizzo del pane del giorno prima in delizie proposte da L’Hostaria della Posta, Osteria del Teatro, Trattoria Rimante, LAB Ostebigio, Osteria del Tempo Perso, Arca di Noè e Il Saladino.

Ogni anno, Pane Nostrum racconta le molteplici manifestazioni del Pane, la fantasia e le tradizioni, ospitando maestri panificatori e realtà che lo valorizzano. Ma anche proponendo una riflessione pratica e concreta su alimentazione corretta e consapevole. Il programma viene dunque completato da interessanti incontri, iniziative di solidarietà (ass. Il Giardino degli Angeli), convegni, mostre a tema come quelle della Cattedrale di grano del Covo di Campocavallo quest’anno dedicata alla Cattedrale di Santa Maria Assunta di Rieti e le macchine della trebbiatura dai primi del ‘900, con l’A.S.D. Castellaro 2001.

Tra gli incontri previsti ci sono la presentazione del libro Il profumo della farina calda di Armido Malvolti (ed. Aliberti, 2011), domenica 23 settembre a Palazzetto Baviera alle 18. Sabato 22 settembre, Palazzo del Duca ospiterà inoltre un interessante convegno, “Mangio e bevo il mio territorio”, organizzato dal Comune di Senigallia con La Fonte in collaborazione con Rees Marche nell’ambito del progetto “Oggi si acquista Bio” e incentrato su proposte per superare la crisi con l’economia locale e solidale. Ad arricchire l’evento ci sono anche quest’anno due appuntamenti musicali ai Giardini della Rocca: sabato alle 17.30 il duo Alive di Gabriele Carboni e Pamela Conditi, chitarra e voci; mentre domenica, sempre alle 17.30, spazio all’energia degli Obelisco Nero. Quest’ultimo è un gruppo di 8 elementi che suona insieme dal 2008 e propone un repertorio che va da brani di Goran Bregovic a Emir Kusturica, da Nino Rota a pezzi Klezmer, fino a inediti composti e arrangiati da loro. La formazione vede sul palco chitarra semiacustica e voce, chitarra acustica/ukulele/flicorno soprano, clarinetto, tromba, trombone, sax alto/tenore, viola, fisarmonica, contrabbasso, piano/fisarmonica/tuba, batteria, percussioni, e il fonico.

Pane Nostrum è una manifestazione del Comune di Senigallia, Confcommercio e C.I.A. della Provincia di Ancona, realizzata in collaborazione con Camera di Commercio di Ancona, Provincia di Ancona Assessorato all’Agricoltura, Regione Marche Assessorato Agricoltura.

Infoline: 338.7547793

Condividi questo evento

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>