Al Macerata Opera Festival un viaggio culturale tra cibo, poesia, vino e musica

Macerata-Opera-Festival.jpg

Macerata Opera FestivalAnteprima stellata e vegetariana giovedì 6 agosto per Nutrire l’anima, la serata musicale sotto il segno dell’enogastronomia ideata da Macerata Opera Festival e Istituto Marchigiano di Tutela Vini per celebrare le eccellenze delle Marche in occasione di Expo e sostenere la Lega del Filo d’Oro.

Si comincia alle 18:30 in piazza Mazzini con gli assaggi street food degli stellati Michele Biagiola e Errico Recanati e dello chef Simone Salvini in abbinamento a Verdicchio, vino bianco più premiato d’Italia, Colli Maceratesi (Ribona), San Ginesio, Serrapetrona e Vernaccia di Serrapetrona (Costo: 10 euro. Per chi ha già acquistato il biglietto dello spettacolo il costo è 8 euro). Tre i piatti proposti in degustazione, realizzati con i prodotti del polo enogastronomico Food Brand Marche: l’Hamburger di carne marchigiana con maionese di lamponi (Recanati), La caprese di mille colori (Salvini), con uno spettro aromatico che spazia dai pomodori datterini alla pesca, e il Crumble alle due panne (Biagiola).

Lo spettacolo entrerà nel vivo alle 21,00 con le esibizioni dei cantanti d’opera Celso Abelo e Alfonso Antoniozzi, le letture di Lella Costa e Maria Paiato e, per la prima volta sul palco dello Sferisterio, gli show cooking di Moreno Cedroni e dei tre chef protagonisti a piazza Mazzini che sveleranno le ricette-ricordo della loro vita, cucinandole dal vivo. A fare da leitmotiv di questo viaggio culturale tra cibo, poesia, vino e musica, i temi scelti dalle Marche per Expo 2015. Nutrizione, qualità della vita e longevità saranno infatti declinati in un iter enogastronomico e letterario attraverso l’infanzia (Cedroni: Morte alla minestrina, ispirata alla poesia di un Leopardi undicenne), l’adolescenza (Biagiola: L’orto nel piatto), la maturità (Recanati: L’impero dei sensi, ispirato alla teoria del piacere di Leopardi) e la vecchiaia (Salvini: La natura per amica). Sul palcoscenico ci sarà anche la campionessa olimpica di scherma e ambasciatrice del Verdicchio, Elisa Di Francisca, medaglia d’oro ai mondiali di Mosca nel fioretto femminile a squadre.

Nel biglietto dello spettacolo (€ 12, 22, 32) è compresa una donazione alla Lega del Filo d’Oro (da € 2 a €12).

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top