Calici d’Arte a Montecosaro tra storia, arte, musica e gusto

Calici-dArte.jpg

Calici d'ArteUn percorso tra storia, arte, musica e gusto è quello che si apre, sabato 28 e domenica 29, a partire dalle ore 17.30, nello splendido convento agostiniano del ‘200 di Montecosaro, oggi sede del Comune. Torna per il terzo anno consecutivo infatti “Calici d’Arte”, organizzata dalla Pro Loco Montecosaro e dal Centro d’Arte e Cultura Verum in collaborazione con Passeggiare Degustando e “Antiquariato nel Chiostro”, novità di questa edizione.

Se la location propone un naturale tuffo nella storia medioevale cui Verum aggiunge un viaggio nell’arte contemporanea con oltre 50 artisti nella collettiva pensata per quest’anno, protagoniste del gusto sono le 12 cantine che proporranno i propri vini tutti da assaggiare e contemplare, uno spaccato dei territori sui quali operano le aziende vitivinicole efficacemente presentato ai tanti amanti del “nettare degli dei”.

La manifestazione, che anche quest’anno ha ottenuto il patrocinio del Comune di Montecosaro, della Provincia di Macerata, della Regione Marche, oltre che dei Borghi più belli d’Italia e di Gioielli d’Italia, intende proporre lo stretto connubio tra enologia e arte, evidenziando quest’anno un’altra connessione, quella con l’antichità. Il vino, fil rouge che sin dalla notte dei tempi, da Omero a Cristo, dalla Francia del Re Sole alla storia contemporanea, è stato protagonista delle vicende umane, fa da gancio con l’antichità e, nel legame con il passato, muove l’evento “Antiquariato nel Chiostro”. Al pian terreno, dalle ore 9.00 di domenica 29 novembre l’evento proporrà un’affascinante passeggiata nel tempo tra oggetti antichi, stampe, dipinti d’epoca e gioielli provenienti da mondi ormai lontani.

Ma i veri attori di “Calici d’Arte” sono i vini, rossi, bianchi, bollicine, siano essi DOC, IGT o DOP, raccontano una storia fatta di tradizioni e innovazioni, di colori e immagini che oltrepassano il qui e ora. Tra valorizzazione del territorio e del comparto vitivinicolo italiano, quest’anno la passeggiata tra gli stand delle 12 cantine presenti, sarà allietata anche da interventi musicali con le note di un maestro d’arpa e di un flautista.

Assieme alla qualità dei vini proposti, c’è l’eccezionale bontà dei piatti e delle stuzzicherie in abbinamento che, al piano superiore del complesso agostiniano, potranno essere degustate in un comodo e abbondante aperitivo curato dalla Pro Loco Montecosaro in collaborazione con La Fabbrica del Gusto e il salumificio Tre Torri. I piatti preparati, rigorosamente innaffiati dal vino delle cantine in esposizione, andranno a rendere magico lo spazio aperitivo, giusto compimento di un viaggio nella qualità a 360° gradi.

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top