Le telecamere del TG itinerante di Rai Tre Marche a Ripe San Ginesio

[vc_row][vc_column][vc_column_text]Ripe San Ginesio - Tg ItineranteSabato 17 giugno, il Tg Itinerante, condotto per l’occasione da Anna Francesca Mezzina, il servizio di approfondimento dalle località marchigiane contenuto nel Tg Tre Regionale, farà tappa a Ripe San Ginesio, dove dal 7 al 9 Luglio si svolgerà la quinta edizione di Borgofuturo, il Festival della Sostenibilità.

Ospiti saranno dei ragazzi che hanno partecipato al bando per l’assegnazione di alcuni edifici antichi ad uso commerciale (finalizzato a scongiurare lo spopolamento) e il direttore artistico del Festival Borgofuturo Damiano Giacomelli.

Ripe San Ginesio è un piccolo borgo maceratese ad oltre 400 metri sul livello del mare, a settentrione del torrente Fiastra. Borgo medievale con i suoi vicoli e la torre Leonina cinqucentesca, nonché alla Pinacoteca d’arte contemporanea.

Progetto Borgofuturo
Il macro-progetto Borgofuturo per la riqualificazione sostenibile degli spazi del centro storico di Ripe San Ginesio: una volta ultimati i lavori, i locali ristrutturati ed alta efficienza energetica sono stati messi a disposizione di giovani imprenditori, artisti e co-worker, le cui attività si sono dimostrate in linea con i temi affrontati dal festival in questi anni.

Ripe San Ginesio, lontano dalle principali arterie stradali, più vicino alla montagna che al primo casello dell’autostrada e con una cittadinanza che supera di poco le 800 unità, organizza ogni due anni un evento di livello nazionale che indica la strada da seguire per correggere la rotta impazzita intrapresa dal nostro Pianeta

Tra i borghi più green d’Italia
Il paese è ad alta vocazione ambientale: raccolta differenziata che ormai da anni supera 80%, un impianto fotovoltaico che produce più della metà del fabbisogno di energia elettrica delle utenze comunali, scuola comunale ad alta efficienza energetica, solare termico che produce acqua calda per la palestra e per l’asilo nido, lampioni a led e un suggestivo anfiteatro all’aperto recuperato in modo sostenibile da una ex cava.

Le telecamere della redazione marchigiana di RAI Tre saranno nel borgo maceratese per illustrare, con una “cartolina” di ben 9 minuti di collegamento – in parte in diretta, in parte con servizi registrati – tradizioni, cultura, società e curiosità del luogo.

 [/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][vc_posts_slider count=”1″ interval=”3″ slides_content=”teaser” posts_in=”59963″ posttypes=”post”][/vc_column][/vc_row]

Condividi

scroll to top