Montegiorgio omaggia Enrico Gentili con Maurizio Boldrini

A due anni dalla scomparsa di Enrico Gentili, stimatissimo psicoterapeuta e scrittore capace di cogliere, custodire, testimoniare l’intima timbrica dell’animo umano, il Comune di Montegiorgio gli dedica una serata al Teatro Alaleona.

Omaggio ad Enrico GentiliSabato 30 settembre con inizio alle ore 21.30 (ingresso libero), Maurizio Boldrini del Minimo Teatro di Macerata leggerà estratti da “Maiali nella nebbia”, il romanzo di Enrico Gentili che narra delle vicende dell’impresa familiare che commerciava in maiali. Più che un romanzo, “Maiali nella nebbia” è una miniera poetica dalla quale affiora, nitida, la tipologia umana del Fermano di mezzo secolo fa. La scrittura di Gentili, focalizzata su vicende che ha vissuto direttamente, riesce ad essere, non volendo, un compendio antropologico.

La serata sarà come un doppio, triplo spettacolo: da una parte la voce di Maurizio Boldrini, che da sola già è poesia nella poesia, dall’altra alcuni allievi della Scuola di Recitazione del Minimo Teatro, Jennifer De Filippi, Maria Chiara Mannetta, Serenella Marano, Lorenzo Tombesi, Lorenzo Vecchioni, tradurranno versi di Gentili tratti dal suo primo libro “Nuvole americane”.

Inoltre la tessitura vocale sarà ricamata dalle notazioni in diretta del poeta Giampaolo Vincenzi e da brani musicali appositamente scelti in tema ed eseguiti da quel fenomeno dell’arte pianistica che è Fausto Bongelli. In apertura insieme ai saluti del Sindaco Armando Benedetti e dell’Assessore alla Cultura Michele Ortenzi ci sarà l’intervento dell’antropologo Tommaso Lucchetti. E poi altri ospiti a sorpresa. La regia è di Maurizio Boldrini, assistente Carla Camilloni, presentatrice Serenella Marano, tecnico del suono Euro Morresi, luci Claudio Vitali.

Sarà una serata intensa e ricchissima di afflato poetico nel nome di Enrico Gentili, oltre ai grandi artisti sul palcoscenico, ci saranno in teatro tanti spettatori-amici che hanno avuto il privilegio di conoscere lo psicoterapeuta, lo scrittore, l’ex Sindaco, semplicemente una persona di grande umanità che sapeva riconoscere l’altrui umanità.

Maiali nella Nebbia
Il fascino delle campagne marchigiane dello scorso secolo, della ruspante vita contadina e degli “affari suini”.

I porchettari di Enrico Gentili sono personaggi realmente esistiti ma ormai avvolti dalla nebbia del ricordo e del mito. Le loro storie “on the road”, vissute a bordo di camion carichi di traballanti ceste di maiali, le colazioni all’aria aperta e i riti rurali (la pesa a occhio, la salata), parlano di un tempo antico in cui ogni viaggio poteva trasformarsi in un’avventura di scoperta, ogni rovescio di fortuna veniva colto come occasione di rivincita.

Dalla loro base di Montegiorgio i porchettari smerciarono per anni i maiali (“animali dalla carne volgare e paradisiaca” come li definisce Gentili) in ogni angolo d’Italia. Cominciando con poco meno di niente e confrontandosi costantemente con il “mistero delle strade, degli animali e degli uomini”, seppero creare un’impresa commerciale di tutto rispetto che intrattenne rapporti anche con le grandi aziende alimentari del nord come Vismara, Molteni, Invernizzi. La loro storia è anche quella di una “old economy” e di un vecchio mondo fatto di umanità vera, amicizie dal sapore fraterno e generosità disinteressata, scomparse sotto il peso di una “new economy” spersonalizzata e disumana.

Enrico Gentili (Montegiorgio, 1952 – Montegiorgio, 2015), psicoteraupeta, sindaco di Montegiorgio e scrittore.
Gentili, psicologo e psicoterapeuta nello studio che aveva portato avanti nella sua Montegiorgio. Fino al 1993 è stato docente di Psicologia e Pedagogia presso la Scuola infermieri professionali di Fermo. Successivamente ha lavorato come libero professionista e come consulente supervisore del Centro di Pronta accoglienza familiare per infanzia abbandonata della Comunità di Capodarco, ma anche presso il Centro Montessori e presso i centri socioeducativi riabilitativi San Giuliano e La Bottega delle Idee.
Appassionato di musica, in passato si è cimentato anche come cantautore. Ha collaborato anche con Radio Aut curando una trasmissione di psicologia. Si era dedicato anche alla letteratura, componendo poesie ed anche diversi romanzi (“Maiali nella nebbia” del 2007, “Sul ciglio dell’acqua” del 2009 e “Ravenna mucca da compagnia” del 2011).

Condividi

scroll to top