Rossini, il Cigno d’Europa. Parole, musica e presentazione volume dedicato

Nel 150° anniversario dalla scomparsa del grande musicista pesarese Gioachino Rossini e nel primo Anno Europeo del Patrimonio Culturale, UTET Grandi Opere pubblica un volume di pregio a tiratura limitata e numerata dal titolo Rossini. L’artista l’uomo, il mito con i testi del Prof. Paolo Fabbri musicologo, grande esperto di Rossini, nonché ordinario di Storia della Musica Moderna e Contemporanea presso l’Università di Ferrara.

Rossini, il Cigno d’Europa. Parole, musica e presentazione volume dedicatoIl volume, ideato in accordo con il Comitato promotore delle celebrazioni rossiniane ed il Comune di Pesaro, è stato realizzato con la collaborazione della Fondazione Rossini e del Rossini Opera Festival.

L’opera, oltre 400 pagine, rappresenta il volume celebrativo per eccellenza del 150° anniversario rossiniano. Lo splendido apparato iconografico è esaltato dalla qualità della stampa e dall’eccezionale formato (cm 32 x 42): fotografie di scena, bozzetti di costumi, scenografie, lettere e spartiti autografi, ritratti, documenti storici. Buona parte di queste immagini, oltre che dalle citate istituzioni pesaresi e dall’Archivio Ricordi, provengono dalla straordinaria collezione privata di Sergio Ragni oggetto di apposita campagna fotografica da parte di Alfredo dagli Orti. Di particolare rilievo, le oltre 30 tavole stampate a parte e applicate a mano per dare massimo risalto alle immagini e ai documenti più importanti.

Domenica 3 settembre, alle ore 18.00, al Teatro Rossini, UTET Grandi Opere, che è parte del Gruppo Cose Belle d’Italia, offre alla città di Pesaro una serata di parole e musica dedicata al compositore che ha unito il nostro Continente – e non solo – nell’entusiasmo per il melodramma italiano, dal titolo “Rossini, il Cigno d’Europa“.

Interverranno, dopo i saluti del Sindaco di Pesaro Matteo Ricci, del Presidente del Rossini Opera Festival Daniele Vimini e del Presidente di UTET Grandi Opere Marco Castelluzzo, Gianfranco Mariotti, Presidente Onorario del Rossini Opera Festival, Paolo Fabbri, autore dell’opera, Enrico Cravetto, Direttore Editoriale di UTET Grandi Opere, e Paola Molfino, Caporedattore della rivista Amadeus, che introdurrà il programma musicale della serata: un recital realizzato in collaborazione con l’Accademia Rossiniana Alberto Zedda del Rossini Opera Festival. Francesca Tassinari, soprano, Daniele Antonangeli, basso-baritono, accompagnati al pianoforte da Marco Camillini, eseguiranno arie da: Il barbiere di Siviglia, L’italiana in Algeri, La cambiale di matrimonio, La scala di seta, Semiramide.

Share this post

scroll to top