La Notte Nera chiude la Settimana Africana Regionale di Fano

Notte Nera 2018La Settimana Africana Regionale di Fano si concluderà Sabato 6 Ottobre; appuntamento alle ore 16 presso la Tensostruttura di Sassonia insieme alle associazione ed ai singoli cittadini aderenti alla campagna “Aprite i porti” per l’iniziativa “Dentro quel guscio aperto c’è la vita che danza” durante la quale si esibirà la danzatrice Rachele Petrini e si svolgerà un reading a cura di Elena Valentina.

Al termine si procederà in marcia per la pace verso i Giardini di Piazza Amiani dove alle ore 17 verrà consegnato il Premio Ho l’Africa nel Cuore (XII° ed.) a Yvan Sagnet, camerunense e leader del primo sciopero dei braccianti stranieri in Italia nel 2011 nelle campagne di Nardò in Puglia. Sagnet è ora tra i fondatori dell’associazione internazionale NO Caporalato ed è stato insignito dell’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana.

Dopo la premiazione si aprirà l’ormai nota Notte Nera. I primi ad esibirsi saranno i giovani cantanti e musicisti del Coro di Voci e Mani Bianche LibereVoci ed il Coro Neverland, a seguire gli spettacoli di strada degli artisti Filippo Brunetti e Kalù ed infine i concerti a ritmo raggae di Marumba e di Lion D.. Durante la serata cibo tradizionale ed etnico, mercatini di artigianato e delle associazioni.

Share this post

scroll to top