Il mondo incantato di Licini durante le festività natalizie

Durante le festività natalizie il Museo Guggenheim al Palazzo Venier dei Leoni di Venezia rimarrà regolarmente aperto dalle 10 alle 18, eccezion fatta per il 25 dicembre. Martedì 1 gennaio alle 12 si può brindare all’inizio del nuovo anno con il tradizionale brindisi offerto da Aperol Spritz, storica azienda parte del gruppo Guggenheim Intrapresæ.

Queste sono le ultimissime settimane per visitare la rara retrospettiva sull’artista marchigiano Osvaldo Licini, aperta fino al 14 gennaio, che sta entusiasmando pubblico e critica. “Dipingi dove ti porta il cuore“, ha titolato la Rebubblica, “Tra angeli e poesia, l’umana follia di Licini" ha fatto eco il Corriere della sera, e ancora “In scena a Venezia il mondo incantato di Licini tra Amalassunte e Angeli Ribelli" ha scritto la Stampa.

Novantotto opere, magistralmente allestite, gettano luce sul percorso artistico di Licini, dirompente quanto tormentato, che lo portò a spaziare dalla prima fase figurativa degli anni ’20 all’astrazione geometrica degli anni ’30 per finire con il popolare le proprie tele di personaggi sognanti, come appunto le celebri Amalassunte e gli Angeli ribelli. Tutti i giorni alle 15.30 ci sono presentazioni gratuite della mostra, previo acquisto del biglietto d’ingresso.

E dai colori che dominano l’arte liciniana si passa a rivivere quella fatidica Biennale di Venezia del 1948, quando Peggy Guggenheim fu invitata a esporre la sua collezione d’arte. Rimane aperta fino al 14 gennaio anche la mostra-omaggio 1948: la Biennale di Peggy Guggenheim che attraverso un fedelissimo modello tridimensionale ricostruisce l’ambiente del padiglione greco dove la mecenate espose i suoi capolavori, grazie alla preziosa consulenza dell’architetto veneziano Carlo Scarpa. Tutti i giorni alle 15 presentazioni gratuite della mostra, previo acquisto del biglietto d’ingresso.

Durante il periodo natalizio non mancheranno i Kids Day, laboratori didattici gratuiti per bambini dai 4 ai 10 anni. Domenica 23 e 30 dicembre, e il 6 gennaio dalle 15 alle 16.30.

Share this post

scroll to top