in ,

CATS della Compagnia della Rancia inaugura in anteprima nazionale la stagione del Teatro dell’Aquila di Fermo

cats FermoSi inaugura sabato 10 e domenica 11 ottobre la stagione di prosa del Teatro dell’Aquila di Fermo – promossa dal Comune di Fermo e dall’Amat e realizzata con il contributo della Regione Marche e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali – con l’attesissimo debutto in anteprima nazionale ed esclusiva regionale del colossale musical Cats, un nuovo grande progetto della Compagnia della Rancia, uno dei più grandi successi teatrali di tutti i tempi per spettatori, numero di recite e incassi. Lo spettacolo verrà proposto in italiano (grazie alla traduzione di Michele Renzullo e Franco Travaglio), con la regia di Saverio Marconi, la regia associata e le coreografie inedite di Daniel Ezralow, i costumi della maison Coveri, e le musiche affidate a un’orchestra dal vivo di 16 elementi.

La produzione della Rancia si preannuncia dunque un evento di spicco nel panorama teatrale: “È motivo di orgoglio e prestigio – dichiara Saverio Marconi, punto di riferimento del musical in Italia – che la Really Useful Group, molto attenta nella concessione dei diritti dei propri lavori, dopo una trattativa durata 6 anni (condotta in collaborazione con Lucia Ostali Mantovani, rappresentante della RUG in Italia) abbia scelto la Compagnia della Rancia per una nuova edizione di un titolo storico come Cats, fenomeno indiscusso in scena in tutto il mondo da quasi 30 anni. La traduzione in italiano permetterà finalmente al pubblico del nostro paese di entrare nel mondo di questi gatti così speciali, ascoltare i loro racconti, condividere le loro emozioni e, per dirla con Eliot, ricordarsi che ‘un gatto non è un cane”.

Per la prima volta dunque non assisteremo a una pura traduzione – come è già accaduto in oltre 20 paesi dove è stato rappresentato nella edizione originale – bensì a un allestimento completamente nuovo di Cats, in cui spiccano le coreografie di Daniel Ezralow, che firma anche la regia associata: “Sono molto felice che mi sia stata offerta l’opportunità di lavorare a questo spettacolo. Sta prendendo forma uno show assolutamente originale dove, insieme alla straordinaria partitura scritta da Andrei Lloyd Webber, cercheremo di spiegare il rapporto strano, descritto dal bellissimo libro di Eliot, che esiste fra i gatti e gli uomini. Ci sono aspetti umani nei gatti e ci sono aspetti ‘felini’ negli uomini: soprattutto su questa particolarità sarà rivolta la nostra attenzione”.

Una nuova ambientazione, carica di suggestioni, anche per la scenografia disegnata da Gabriele Moreschi: i gatti Jellicle italiani si incontreranno nella discarica vicino ad un vecchio luna park. L’ideazione dei costumi dell’edizione italiana di Cats è affidata allo stilista della maison Coveri. La creatività e l’esperienza in campo teatrale di Zaira De Vincentiis saranno dedicate alla realizzazione di parrucche e make-up che caratterizzeranno ancora di più le personalità dei singoli personaggi.

Per la selezione dei performer che daranno vita ai gatti più famosi del mondo, un processo che ha richiesto quasi due mesi, oltre 800 candidati si sono presentati ai provini di Milano, Roma e Napoli da tutta Italia (ma anche dall’estero). “Il livello artistico che abbiamo riscontrato durante le audizioni ci dà il segno di quanta strada si sia fatta in Italia in questi anni.” – dichiara Marconi – “Quando abbiamo iniziato l’avventura del musical nel 1988, era estremamente difficile che un artista eccellesse in tutte le discipline: il cast che stiamo terminando di definire per Cats ci riempie invece di soddisfazione, per la completezza e l’indiscutibile talento di quelli che senza ombra di dubbio oggi possiamo chiamare veri performer”.

Basato sul libro di T.S. Eliot Old Possum’s Book Of Practical Cats, in cui i gatti sono protagonisti, Cats debuttò al New London Theatre di Londra nel maggio 1981 e approdò a Broadway l’anno successivo. Fino alla chiusura della produzione originale, il 21 maggio 2002, lo spettacolo ha conquistato decine di premi e ha totalizzato – solo tra Broadway e Londra – 16.794 repliche; la canzone più famosa, Memory, è stata incisa da 150 artisti diversi, tra cui Barbra Streisand, Céline Dion e i Tre Tenori (Plácido Domingo, José Carreras e Luciano Pavarotti).

Biglietti (da euro 10,00 a euro 40,00) presso la biglietteria del Teatro dell’Aquila (tel. 0734 284295).

Inizio spettacoli: sabato ore 21,  domenica doppia rappresentazione, ore 17 e ore 21.

Infinito Festival: attesa per l’astrofisico Ettore Perozzi e la sua conferenza

Scrivere Danzando: la danza a Civitanova Marche trova spazi e progetti nel mondo dell’editoria