in , ,

Convegno di Fitoterapia – Montemonaco (AP) – 3 e 4 ottobre 2009

convegno fitoterapia MontemonacoSabato 3 e Domenica 4 Ottobre ai piedi del massiccio della Sibilla, Montemonaco tornerà ad avvertire il flusso ancestrale delle alchimie. Gli Ordini dei Farmacisti di Macerata ed Ascoli Piceno, infatti, hanno voluto articolare uno dei più importanti appuntamenti formativo-divulgativi del programma istituzionale, su questo splendido affaccio verso gli “azzurri monti” delle “arcane felicità” evocate dal Leopardi.

La due giorni è interamente dedicata al V° Convegno di Fitoterapia il cui tema quest’anno verte sui rimedi contro i danni da inquinamento. L’evento, nato dalla volontà di operatori del settore e di amministratori locali di valorizzare il patrimonio storico, culturale e scientifico marchigiano, ha visto, fin dalla sua prima edizione, nel Montefeltro, una ampia partecipazione di medici e farmacisti provenienti dall’intero territorio nazionale. Significativo è stato anche il riconoscimento istituzionale che ha portato gli ordini professionali dei medici e dei farmacisti a far parte del Comitato Organizzatore ed i più importanti Enti a concedere il proprio Patrocinio.

La valorizzazione del patrimonio territoriale vive in questa edizione uno dei momenti più qualificanti nel tour didattico nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini che ne costituirà una parte fondamentale. Il percorso scelto, facile e accessibile a tutti, è particolarmente ricco di piante medicinali e adatto a mostrare la ricchezza dei luoghi. Proprio la liaison con il territorio rappresenta uno dei fattori caratteristici portanti, anche alla luce della tradizione storico-culturale locale.  Le terre sibilline infatti, come confermano gli studi del Parco Nazionale, sono ancor oggi ricche di specie officinali: ciò, unitamente alla disseminata presenza di fonti sorgive e acque minerali, ha sempre rappresentato una delle condizioni necessarie perché si potessero approntare i laboratori alchemici. Erano le anziane donne le depositarie delle ricette di medicina popolare, tramandate di generazione in generazione, per far fronte con decotti, infusi e pomate alle malattie semplici. Si dedicavano per questo alla raccolta delle radici, dei fiori e delle erbe fiorili, anche per conto degli alchimisti speziali.

Si tratta dunque, nelle intenzioni tanto degli Enti che patrocinano il Convegno come del Gruppo di coordinamento locale, di contestualizzare un appuntamento di elevato spessore in una location che, oltre ad essere sublime per fascino e bellezza, presenta forti punti di contatto in ambito scientifico e culturale. I promotori prevedono dunque di investire seriamente nello sviluppo dell’evento su base pluriennale, anche attraverso la costruzione di un corollario di iniziative ed azioni finalizzate tanto alla promozione territoriale come all’emersione di innovativi progetti, proprio nel segmento delle erbe officinali.

Oltre a segnalare un importante carnet di Relatori, che tra gli altri contempla l’On. Scilipoti ed il Dott. Frulla Presidente di Legambiente Marche, il Convegno proporrà un’interessante esperienza laboratoriale a cura della Dott.sa Perugini di Atonderma. Importante e significativa, infine, la concessione di patrocinio da parte del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, della Comunità Montana dei Sibillini, della Provincia di Ascoli Piceno, dell’Università di Camerino. La partecipazione al Convegno è aperta e gratuita.

Info: 0733/231353 – 0736/261612

Elia Maurizi, giovane designer di Corridonia (MC)

Infinito Festival: attesa per l’astrofisico Ettore Perozzi e la sua conferenza