in

Festa della Patata Rossa – Borgo Pace (PU) – 29 e 30 agosto 2009

sagra Borgo PaceL’ultimo week-end di agosto ormai da diversi anni si celebra la Festa della Patata Rossa, dove si possono degustare gnocchi al  sugo di anatra, patate fritte, carne al girarrosto e naturalmente il famoso Crostolo di Sompiano, una vera e propria specialità a  base di patate: infatti si tratta di un calzone ripieno di patate bollite, salsicce nostrane e mozzarella e cotto rigorosamente alla brace con carbonella locale.

Non mancano convegni sulla patata, mostre, spettacoli di intrattenimento, mercatini dell’artigianato, musica danzante, giochi all’aperto, ma anche escursioni guidate, degustazioni ed appuntamenti enogastronomici con sommelier e produttori per poi finire con un concorso a premi per il miglior piatto a base di patata di Sompiano fra i ristoratori della Massa Trabaria.

Il tubero
Forma: sia tonda che allungata (tendenzialmente lungovale)
Colore della buccia: rossa
Colore della pasta: giallo chiaro
Gusto: farinosa
Resistenza ai principali parassiti: elevata

Il Territorio e la Storia
Tutto il comune di Borgo Pace è caratterizzato da un territorio per lo più montano, con terreni particolarmente sciolti ricchi di potassio e magnesio rappresentando la condizione agronomica ideale per la coltivazione della Patata.
Se a questo si aggiunge un clima tipicamente montano e la tenacia dei coltivatori si può facilmente intuire che vi sono tutte le condizioni ottimali per la produzione di patate di alto livello qualitativo. La patata di Sompiano, nella varietà a pasta bianca e rossa, viene coltivata a partire dagli anni cinquanta del secolo scorso ed è sempre stata uno degli ingredienti base nell’alimentazione delle genti di montagna, per la facilità di coltivazione, le proprietà nutrizionali e la molteplicità degli usi culinari a cui poteva essere destinata. La patata rossa ha forma lungo-ovale e polpa giallo-chiara, dalla consistenza ideale per la preparazione degli gnocchi.

A partire dal 2002 la patata di Sompiano è stata oggetto di particolare attenzione da parte dell’Amministrazione Comunale di Borgo Pace che unitamente ai coltivatori locali ed alle associazioni agricole, con l’intento di valorizzare il prodotto non solo dal punto di vista  strettamente commerciale ma soprattutto come vetrina promozionale e turistica del territorio, ha promosso la creazione dell’Associazione dei produttori della Patata di Sompiano ed ha affidato un progetto di studio e ricerca al CISA (centro interprovinciale di sperimentazione). I risultati hanno confermato le eccellenti qualità organolettiche del prodotto che è diventato uno dei simboli della gastronomia borgopacese.

Le metodologie produttive
Attraverso una accurata considerazione delle rotazioni aziendali, la patata viene coltivata dove c’era del medicaio, e non ritorna nello stesso terreno per 4 anni. La lavorazioni al terreno prevedono l’aratura, l’erpicatura e l’assolcatura. La pratica della rotazione limita i danni del temibile parassita detto “Dorifora”, evitando qualsiasi trattamento antiparassitario e concimante. La piantagione manuale avviene tra marzo e aprile, può successivamente essere zappata a mano e con macchinari. La raccolta  manuale o meccanica avviene tra agosto e settembre, a seconda del decorso stagionale.

La conservazione
Per la conservazione si utilizzano banconi di legno collocati in magazzini bui e freschi: sono fondamentali successivi passaggi atti ad eliminare i tuberi che hanno germinato o che presentano dei marciumi. In questa maniera si assicura una conservazione di 6-7  mesi, senza l’utilizzo di alcuna molecola chimica.

Come riconoscerla e dove trovarla.
La Patata di Sompiano è presente nel mercato con uno specifico imballaggio ed un proprio marchio, in maniera tale che i consumatori identifichino facilmente il prodotto. Per chi volesse acquistarla basta rivolgersi direttamente all’Associazione Produttori tel. 0722 80122 oppure, semplicemente per gustarla, fare visita hai vari ristoranti di Borgo Pace e partecipare alla festa a lei dedicata che si svolge l’ultimo week-end di agosto a Borgo Pace.

Come utilizzare la patata rossa
Ben si adatta per arrosti e fritti e per una cottura alla brace, tiene meglio la cottura rispetto alle patate prodotte in altre zone. Una volta cotta, quando si procede con la sbucciatura, si nota che come quest’ultima si apre come un fiore. Si nota anche some sia possibile contare i grumi di amido come tanti chicchi di riso. Ideale per gli gnocchi.

Info: 0722 800138 (Pro Loco Borgo Pace) – 0722 816048 (Comune di Borgo Pace)

Tuttoingioco: si è chiuso il settimo weekend dedicato alla scienza e alla vita

Il Ducato in un bicchiere – Camerino (MC) – 13 settembre 2009