in , ,

Le Marche al Festival Ammutinamenti di Ravenna

eventi danza MarcheGrazie al lavoro di selezione svolto dall’AMAT e grazie alla capacità dell’ente di creare reti di collaborazione in ambito nazionale ed internazionale, tre spettacoli di giovani talenti marchigiani – Alessandro Sciarroni di San Benedetto e Francesca Gironi di Ancona – partecipano dal 18 al 20 settembre a Ravenna alla Vetrina della giovane danza d’autore, un progetto realizzato dall’esperienza e dal radicamento territoriale del network Anticorpi XL che coinvolge operatori di più regioni di cui è partner per le Marche l’AMAT.

Gli artisti marchigiani – le cui spese sono interamente a carico AMAT – avranno dunque una privilegiata opportunità di crescita, visibilità e confronto grazie alla presenza di numerosi operatori culturali e critici.

I lavori marchigiani saranno in scena sabato 19 e domenica 20 settembre. Sabato 19 (presso Santa Maria delle Croci, ore 17.30) Diadi presenta sic! di e con Francesca Gironi. La compagnia nasce nel 2008, da un’idea di Francesca e Monica Gironi, con l’intento di operare nell’ambito della danza di ricerca. Spazio aperto ad interferenze artistiche, Diadi collabora con compositori elettronici, video artisti e fotografi nell’esplorare la poetica del corpo.

Sempre sabato (Santa Maria delle Croci, 16.30) sarà in scena la performance Cowboys_studio della compagnia Corpoceleste_C.C.00# coreografo Alessandro Sciarroni, sensibile interprete della nuova scena contemporanea, interpreti Luana Milani e Matteo Ramponi. Cowboys è un lavoro sul colore e sull’identità superficiale. Luana Milani e Matteo Ramponi, interpreti del lavoro, “indossano” degli specchi di forma quadrangolare davanti al viso. In questa maniera il corpo perde la sua identità e si fonde di volta in volta con lo spazio, con lo sguardo del pubblico, ma soprattutto con dei colori-simbolo.

evento danza MarcheDomenica 20 chiude la vetrina alle Artificerie Almagià (ore 21) un altro lavoro di Alessandro Sciarroni. Sfugge alla categorie abituali l’installazione-performance Your girl: attraverso il linguaggio della contemporaneità, Sciarroni fa un ritratto della condizione di Emma Bovary, condannata a non sapersi innalzare all’altezza della tragedia che la colpisce.

Il sostegno dell’AMAT è rivolto anche, in partnership con il Teatro Pubblico Pugliese, ad un giovane artista abruzzese, Tiziano Di Muzio. Non avendo la regione Abruzzo un ente di riferimento nella rete Anticorpi XL, l’AMAT e il Teatro Pugliese hanno ritenuto opportuno, vista anche la difficile situazione posto sisma, offrire il loro appoggio al lavoro del coreografo Di Muzio che dal 2007 si dedica al teatro-danza, curando la formazione di attori e i movimenti coreografici di spettacoli di prosa. A Ravenna presenta – domenica 20 alle ore 17 in Piazza San Francesco – relAZIONI ipotesi 1.

La Vetrina – presentata all’interno del Festival Ammutinamenti – è un importante momento di visibilità per le giovani compagnie italiane indipendenti e per la promozione della danza d’autore e di ricerca all’interno del quale i giovani autori possono mettere in gioco la loro aspettativa di affermazione artistica, tracciando le proprie linee di crescita e di confronto per verificare il proprio desiderio di emergere. La commissione artistica, coordinata dall’Associazione Cantieri e composta dai partner del network, offre agli autori l’opportunità di un confronto con un pubblico, con altri artisti e operatori nazionali ed internazionali e uno stimolo formativo di verifica anche grazie alla presenza di giovani critici, fra cui il gruppo Altre-Velocità. Durante la Vetrina la commissione artistica individua tra le proposte in programma alcune creazioni che vengono poi promosse tra gli operatori della rete Anticorpi XL e tra organizzatori nazionali ed internazionali all’interno della rassegna itinerante Anticorpi Explo, ospitata negli eventi organizzati dai partner di Anticorpi XL nella stagione teatrale 2009/2010.

Sabato 19 settembre ore 17.30 – Santa Maria delle Croci – Ravenna (RA)
sic!
di e con Francesca Gironi
supervisione coreografica: Monica Gironi
consulenza tecnica: Sabrina Ferini

sic! è un inciampo della scrittura, un incidens. Accade e devia il corso delle cose. Una danza che non giunge a destinazione. Incompiuta. Abitare una costrizione, cercare la massima estensione di sé nel circoscritto, nell’angusto. Danzare sul filo teso, in stato di allerta, con la cognizione del crollo. è così, il corpo

Sabato 19 settembre ore 16.30 – Santa Maria delle Croci – Ravenna (RA)
Cowboys
creazione: Alessandro Sciarroni
interpreti: Luana Milani, Matteo Ramponi
Produzione: Corpoceleste_C.C.00#

Cowboys è un lavoro sul colore e sull’identità superficiale. Si potrebbe riassumere con la frase: rendiamo grazie alla contemporaneità che ci ha permesso di restare sulla superficie delle cose. Gli interpreti del lavoro, un ragazzo e una ragazza, indossano degli specchi di forma quadrangolare davanti al viso. In questa maniera, attraverso questa semplice azione, il corpo perde completamente la sua identità e si fonde di volta in volta con lo spazio, con lo sguardo del pubblico, ma soprattutto con i colori del pavimento – blu per la malinconia e la verginità, rosso per la stasi e la pausa, nero per l’eleganza e giallo per il pericolo. L’artificio dello specchio non concede ai performer la possibilità di incontro, fino a quando tutti i colori non siano stati esperiti. É a questo punto che attraverso l’esecuzione di una semplice coreografia country dance line (balli di gruppo da balera texana da fare con stivali e cappello) s’infrange il lirismo dell’azione. Bastano un cappello, degli stivali e un cinturone per diventare (nell’immaginario di chi osserva) un cowboy. Il lavoro trova le sue premesse iconografiche dalle ricerche spaziali dell’artista portoghese Helena Almeida, ed è ispirato alla struttura del libro sui colori di Derek Jarman: “Chroma”.

Domenica 20 settembre ore 21 – Artificierie Almagià (zona Darsena) – Ravenna (RA)
Your girl
Alessandro Sciarroni feat. Chiara Bersani & Matteo Ramponi
Elementi visivi: Elisa Orlandini
Produzione: Corpoceleste_C.C.00#

“Your girl” è un lavoro sul desiderio, sull’ispezione di un sentimento. Nasce dallo studio di “Madame Bovary” di Flaubert e dalla traduzione novecentesca che ne dà Giovanni Giudici nella raccolta poetica “La Bovary c’est moi”. La drammaturgia procede attraverso la biologia degli interpreti, nell’istante biografico che li ha uniti nel quadrato scenico. L’attore è un dizionario. Natura/Vita. Vita/Natura. Ossia: invertire la posizione testo/attore. Ossia: Madame Bovary interpreta Chiara Bersani. E non il contrario. In “Your girl” Emma Bovary non si uccide, non soffoca, ma respira ancora, in una foto-ricordo impossibile, in una canzone pop italiana. Così Matteo Ramponi, da oggetto del desiderio, diventa compagno del meccanismo anti-tragico.

Per informazioni: tel. 346 6236391, 0544 251966, www.festivalammutinamenti.org

Personaggi

Alessandro Sciarroni è direttore artistico di Corpoceleste_C.C.00#, realtà artistica impengata nella produzione di spettacoli teatrali e performance.
Nel 2007 partecipa alle serate finali della terza edizione del Premio Internazionale della Performance (Centrale Fies, Dro, Trento) con un lavoro intitolato “Yourgirl”.
Nel 2008 vince il Premio “Germogli 2008” ed è tra i sei vincitori di “Nuove sensibilità” con lo studio intitolato “If I was Madonna” (lo spettacolo verrà prodotto durante il 2009 da Teatro Stabile delle Marche in collaborazione con AMAT).
Tra il 1998 e il 2006 partecipa in qualità di attore e performer ai principali allestimenti della compagnia Lenz Rifrazioni.
Per queste interpretazioni viene segnalato dalla critica teatrale italiana e straniera come sensibile interprete della nuova scena contemporanea.

diadi nasce nel 2008, da un’idea di Francesca e Monica Gironi, con l’intento di operare nell’ambito della danza di ricerca. Spazio aperto ad interferenze artistiche, diadi collabora con compositori elettronici, video artisti e fotografi nell’esplorare la poetica del corpo.
diadi è stato ospite di: 1° Piattaforma della danza professionale delle Marche 2008, Festival Adriatico Mediterraneo 2008, Scenario Infanzia 2008, Centro Arti Visive Pescheria di Pesaro, MarteLive 2009, 45° Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro.
Francesca Gironi (danza) e Monica Gironi (recitazione) operano in campo performativo indagando le interazioni tra diversi codici artistici, tra danza contemporanea e parola poetica, musica dal vivo, elettronica ed ambienti video. S’interessano di dinamiche e poetiche d’improvvisazione e recentemente collaborano alla realizzazione di azioni di video danza nell’ambito del video non fiction e documentaristico.

Ryuichi Sakamoto playing the piano – Civitanova Marche (MC) – 30 ottobre 2009

Il suono del vino: omaggio al Verdicchio dei castelli di Jesi.