in ,

Sabato a Tuttoingioco. Bruno Gambarotta e la “pollitica”. Piero Cesanelli ed il ’68. Chiude poeticamente Massimo Gezzi

evento Civitanova MarcheSabato a Tuttoingioco. È l’ora dell’ironia e dell’attualità con Bruno Gambarotta. Dopo l’incontro con i giornalisti Telese, Valensise, Veneziani e lo storico Angelo Ventrone si mette in gioco il comico piemontese sul tema della “Pollitica” con due elle. Ad intervistarlo insieme all’editorialista del Foglio Marine Valensise ci sarà il giornalista Luca Falcetta.
Gambarotta presenterà il suo ultimo libro nel quale paragona la scena parlamentare ad un pollaio nel quale, in fondo, sono sempre gli stessi galli a cantare.

In Polli per sempre, Bruno Gambarotta racconta le avventure di un gruppo di polli d’allevamento sbalzati su un prato dal camion che li stava trasportando. C’è chi, posto di fronte alla necessità di procurarsi il cibo, rimpiange l’allevamento e vorrebbe tornarci. Uno sparuto gruppo di rivoluzionari si da alla macchia per fondare il Pollo Nuovo e dare vita al movimento di Servire il Pollo. Altri vorrebbero preservare la purezza della stirpe salvandola dalle contaminazioni e fondano Pollania Libera. I più vivono alla giornata, vagano senza una meta precisa: sono i Polli per Sempre. Qualche individualista pensa di sfruttare il disordine causato dalla Caduta del Camion per farsi gli affari suoi e quando i compagni lo scoprono dice di essere stato frainteso. Riusciranno i nostri eroi a ritornare uniti nonostante le lotte, i dissidi e le scomuniche? Una tragicomica epopea per scoprire se liberi si nasce o si diventa. Tenendo sempre vivo, come è giusto, il culto del Grande Uovo Primigenio.

Bruno Gambarotta è nato ad Asti nel 1937. Programmista, regista e direttore dei programmi RAI, le sue doti di intrattenitore e comico sono venute alla luce grazie a Celentano e al suo Fantastico del 1987. Comincia così la sua carriera di conduttore televisivo e radiofonico (Fantastico ‘87, Lascia o raddoppia, Tempo reale, ecc.); è attore con Fabio Fazio in un sceneggiato televisivo su Rai Due, trasmesso nel dicembre 1997. E’ autore e attore di cabaret, collabora a diversi giornali, tra cui L’Unità, La Stampa, La Repubblica, Comix. Tiene una rubrica fissa su Torino Sette. È autore di vari romanzi di genere giallo-ironico, e con La nipote Scomoda ha vinto il Premio Gran Giallo Città di Cattolica.

Sempre stasera (sabato), oltre all’intervista a Gambarotta, andrà in scena la seconda parte dello spettacolo ideato da Piero Cesanelli, art director di Musicultura Festival, “Protestar cantando, canzoni e canzonette”. Dopo il successo di pubblico di sabato scorso, in cui Cesanelli in un chiostro di Sant’Agostino stracolmo ha proposto la prima parte del suo show “Ricordar Cantando”, ora tocca alla seconda parte in cui propone un fedele ritratto musicale su “Il Sessantotto. Un evento, tanti eventi, una generazione”, come recita il titolo del libro da cui è tratto, scritto da Vincenzo Vita e Carlo Latini (Ed. Franco Angeli). Il progetto musicale vede la partecipazione dei musicisti e dei vocalist de “La Compagnia” e la regia luci di Allì Caracciolo.

Poi l’”insolito itinerario” di musica classica, proposto ogni sabato e domenica a partire dalle 22.00 presso la chiesa di Madonna Bella, e realizzato in collaborazione con il conservatorio musicale di Fermo e con l’associazione Ut-Re-Mi . In questo week end saranno prima Daniela Cammarano e Michele Torresetti a cimentarsi su Piazzolla, Mazas, Morricone e Rolla e infine, restando sulla musica, l’esibizione in piazza della Salvadei Brass che torna dopo il successo dell’inaugurazione e quella dello Stefano Coppari Quartet nel cortile dell’ex Liceo Classico.

Come ogni sabato si attiveranno gli intrattenimenti. Dal  Giardino della Scienza che oggi (sabato) propone il tema “Attraverso lo specchio”, al Laboratorio della Mente, fino al Laboratorio Creativo Clementoni.

Chiude la serata Massimo Gezzi alle 23.30 con “L’attimo dopo”, titolo del caffè letterario di stasera.
Recente vincitore del Premio Cetona Verde 2009 Massimo Gezzi, con la poesia Il temporale del ’98. Nato a Sant’Elpidio a Mare (AP) nel 1976, Gezzi ha pubblicato Il mare a destra (Atelier, 2004) e L’attimo dopo (silloge inclusa in Poesia contemporanea. Nono quaderno italiano, Marcos y Marcos 2007), ha vinto il Premio Montale 2002 per la tesi di laurea su Bartolo Cattafi ed e’ dottore di ricerca in Filologia Moderna. Ha tradotto romanzi e saggi dall’inglese. Collabora con riviste letterarie e con quotidiani. E’ assistente alla cattedra di Letteratura Italiana dell’Universita’ di Berna. Nel 2006 è stato l’Italian Fellow for the Arts dell’American Academy in Rome. Dopo aver vissuto e lavorato per diversi anni a Pavia e Roma, attualmente è assistente della cattedra di Letteratura Italiana dell’Università di Berna (Svizzera). Vive tra Sant’Elpidio a Mare e la Svizzera. (Massimo Gezzi blog)

Ospite principale di domani (domenica) è Antonio Caprarica, attuale direttore dei Giornali Radio Rai ed ex inviato speciale del TG1 da Londra e Parigi.

Info: www.tuttoingioco.it

Al via il VII FestivaLiszt con il virtuoso ungherese Borbely – Grottammare (AP) – 25 luglio 2009

Manifesti di Mostre d’Arte – Porto San Giorgio (FM) – dal 26 luglio al 9 agosto 2009