in ,

“Si è chiusa la Biennale della Tolleranza”

evento Civitanova MarcheSiate uniti, esseri, a milioni! Che un solo abbraccio allaccia l’universo!”. Con le parole di Schiller contenute nell’Inno alla gioia di Mozart e nove colpi di mortaretto “si chiude un’esperienza unica, una Biennale di tolleranza, idee, crescita culturale, anche di scontro talvolta, ma sempre in un clima costruttivo, di confronto e di crescita fra gli uomini – ha detto il direttore artistico Ercoli salutando la piazza di Tuttoingioco – grazie Civitanova.”

Quella di ieri è stata una serata emozionante con lunghi saluti, ringraziamenti, premiazioni e anche un po’ di commozione. Ma tra tanti applausi anche notizie. Quella principale l’ha data il presidente della Fondazione, Franco Gazzani, “l’uomo che – sempre nelle parole di Ercoli – per primo ha voluto questa biennale e ci ha creduto più di tutti”. Gazzani sul palco, ringraziando l’organo d’indirizzo e i soci della Fondazione insieme al suo staff, Renzo Borroni e Patrizia Mozzoni, ha dichiarato: “mi impegno stasera e vi garantisco che nel 2011 ci sarà un’altra edizione di Tuttoingioco”.

Con lui sul palco sono saliti il sindaco di Civitanova Marche, Massimo Mobili, che ha consegnato una targa ricordo e “gratitudine da parte della città” al segretario della Fondazione, Renzo Borroni, al direttore artistico Evio Hermas Ercoli e al direttore dei Teatri di Civitanova, Alfredo di Lupidio in rappresentanza di tutta l’organizzazione e della città di Civitanova Alta “che ha riservato al festival un’accoglienza ineguagliabile”.

C’è stato anche un momento di commozione da parte del direttore artistico Ercoli nel momento in cui ha salutato Alfredo Di Lupidio: “l’uomo dei sogni, l’unico organizzatore teatrale che riesce ogni sera a realizzare le idee del mattino”. Forse ad Ercoli erano già venute in mente le immagini di questi 90 giorni che poi gli spettatori hanno potuto vedere proiettate e sul palco e sui palazzi di Piazza della Libertà.

A pochi minuti dalla mezzanotte, terminato il concerto dell’Orchestra Filarmonica diretta da David Crescenzi, il direttore dei Teatri ha infatti chiesto il buio e all’improvviso ha dato il via ad un video con le immagini di tutti i protagonisti della Biennale: l’inaugurazione con il vicepresidente della Camera Antonio Leone, la serata d’apertura con il presidente Gazzani insieme a Oliviero Toscani, Achille Bonito Oliva ai piedi della croce immaginifica nella mostra “Razza umana”, Oliviero Beha nel chiostro di Sant’Agostino, Giordano Bruno Guerri con il gilet futurista delle scuole civitanovesi, Enrica Bonaccorti insieme al direttore artistico Ercoli, Umberto Curi nell’ultima conferenza tenutasi a Sant’Agostino prima che il successo di pubblico obbligasse il trasferimento degli incontri in piazza.

Quindi la piazza gremita per Piergiorgio Odifreddi, Philippe Daverio con l’immancabile papillon, Marcello Veneziani e Luca Telese nel weekend della politica, Bruno Gambarotta che firma il libro delle mostre, Antonio Caprarica, Paolo Crepet, Alberto Bevilacqua, fino ad arrivare alla marea umana del weekend del tango e del principe Emanuele Filiberto di Savoia. Poi di nuovo la cultura con Stefano Bartezzaghi, Flavio Oreglio, Enrico Vaime, Tito Stagno con Giancarlo Trapanese, Mario Tozzi mentre firma centinaia di libri, Giampiero Mughini e Cesare Paciotti, Debora Caprioglio sul palco dell’Annibal Caro, Vladimir Luxuria e Dario Vergassola nella serata di beneficenza pro Ail fino ad arrivare a questi giorni con Massimo Cacciari, Giulio Giorello, Gianni Vattimo e la sorpresa Dante Ferretti.

La serata poi si è conclusa nel teatro tenda con una festa offerta da Giessemme service alla quale sono intervenuti tanti ospiti a partire dal presidente della Provincia, Franco Capponi, che insieme alla sua giunta ha donato il concerto serale ricordando sul palco “il valore di Tuttoingioco che è la chiave di volta per valorizzare non solo la costa ma le strutture ricettive dell’interno, agriturismi e bed & breakfast, ambiti dal turismo culturale”. C’erano anche gli onorevoli Baldelli e Ceroni, i consiglieri regionali Brini e Pistarelli, tutta l’amministrazione civitanovese, il vicepresidente della Camera di Commercio Mario Volpini, gli sponsor della festa finale Angelo Michetti e Paolo Giustozzi e molti altri sostenitori della biennale dagli amministratori della Gesuelli & Iorio SpA, a Giampaolo Pellegrini fino a Sergio Mandorlini di Nerea.
Come sempre si è brindato con i vini Fontezoppa: a Civitanova e alla prossima edizione.

www. tuttoingioco.it

Tuttoingioco termina con un poker d’eccezione: Givone, Cavarero, Matassi e Giorello.

Ritorno alla luce – Pesaro – dal 12 al 20 settembre 2009