in ,

Teatro della Fortuna pieno per il gran finale del 36° Incontro Internazionale Polifonico “Città di Fano”

eventi FanoTeatro della Fortuna pieno sabato sera di un pubblico generoso e soddisfatto che ha tributato agli artisti che si sono succeduti sul palco lunghi e convinti applausi di gradimento per il Concerto Finale dell’Accademia Europea per Direttori di Coro che ha chiuso l’Incontro Internazionale Polifonico “Città di Fano”.

La manifestazione organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Fano in collaborazione con il Coro Malatestiano e sponsorizzata da Carifano ha superato brillantemente quest’ennesima prova – la trentaseiesima – che si presentava con alcune novità tra cui la presenza di un giovane direttore artistico, l’aretino Lorenzo Donati, e uno sguardo nuovo ad un “genere” corale che si sta facendo sempre più strada, il vocal pop.

Una scommessa generata da un’altra scommessa ancora più impegnativa: puntare sui giovani. E per la maggioranza giovani – molto giovani – sono stati i componenti dei cori ospiti, dagli inglesi dei Voces8 alle genovesi del Genova Coral Ensemble ai romani del Musicanova, tutti ragazzi che hanno dimostrato di trovarsi a proprio agio sia nel repertorio di polifonia classica sacra sia in quello jazz e pop. Di altissimo livello poi i cantanti del coro siberiano Ah Neti che hanno più che degnamente onorato la fama di una grande tradizione corale. Soddisfatto anche l’assessore alla Cultura Franco Mancinelli che ha sottolineato proprio l’alta qualità artistica delle formazioni e delle loro esibizioni che egli stesso aveva potuto constatare assistendo a tutte le serate del festival.

Sul palco del Teatro della Fortuna il coro laboratorio dell’Accademia Europea formato da elementi di diversi cori giovanili italiani tra i più considerati. Il concerto, diviso in due parti, è iniziato con Infinito di Raf ed è proseguito con brani di artisti come Elton Jhon e Stevie Wonder per concludersi con una delle canzoni italiane più famose nel mondo, Nel blu dipinto di blu. Ogni brano è stato diretto da uno degli allievi che ha partecipato all’Accademia ed arrangiato da autori contemporanei, molti da Stefan Berglund, assistente del docente titolare del masterclass che accompagnava il coro al piano. Nella seconda parte brani di Samuele Bersani, Freddie Mercury, un doppio tributo agli Abba – mitica formazione pop svedese connazionale dei docenti dell’Accademia – e, per concludere Master blaster jammin’ di Stevie Wonder diretto da Fred Sjöberg, docente principale del corso. Sjöberg – vicepresidente e presidente della Commissione Artistica della federazione europea dei cori (Europa Cantat) e vicepresidente di quella internazionale (IFCM) che mette insieme i cori di tutto il mondo – ha preso la parola per ringraziare il Comune di Fano, l’Incontro Polifonico fanese per il lavoro svolto sino ad ora e per confermare che l’Italia e Fano – per il lavoro svolto e quindi anche per la presenza dell’Accademia Europea che ha trovato la sua sede stabile nella cittadina marchigiana – ha di diritto acquisito un posto di grande rilevanza nel mondo della musica corale europea.

Gli organizzatori danno appuntamento al prossimo anno con l’intento e la speranza di continuare nel solco tracciato in questa edizione e di poter quindi far conoscere i tanti aspetti della polifonia ai giovani, magari con un progetto che possa coinvolgere le istituzioni e le scuole della città.

La Rampa di Babele – Urbino – dal 25 al 27 settembre 2009

Corrado Giaquinto tra Fortunato Duranti e la Sibilla – Montefortino (FM) – dal 18 al 27 settembre 2009