in

Appassimenti Aperti a Serrapetrona per la valorizzazione della Vernaccia

Il bel tempo di ottobre ha mantenuto i grappoli nelle migliori condizioni. Tutto pronto a Serrapetrona per l’evento organizzato dall'Istituto Marchigiano di Tutela Vini, in programma il 10 e il 17 novembre

Torna Appassimenti aperti, l’evento dedicato alla valorizzazione del vitigno autoctono Vernaccia nera in programma nel borgo di Serrapetrona (Macerata) nelle domeniche del 10 e 17 novembre.

Ed è un’ottima vendemmia a dare il benvenuto migliore a questa tredicesima edizione.

Come spiegano i produttori, si preannuncia un’annata eccezionale: un ottobre senza pioggia ha consentito di mettere in appassimento grappoli asciutti ed integri. Una raccolta che si presenta dunque molto positiva dal punto di vista qualitativo: un buon appassimento, prima fase della lavorazione lunga e complessa che caratterizza questa produzione, è infatti condizione indispensabile per un’ottima annata.

L’opportunità unica di visitare le stanze di appassimento, i luoghi suggestivi dove l’uva riposa in grappoli appesi o disposti in cassette, è da sempre il cuore di questa manifestazione.
Nelle due domeniche a Serrapetrona sarà possibile conoscere da vicino tutte le sfumature di questo piccolo gioiello del panorama vitivinicolo delle Marche (70 ettari vitati) ed apprezzarne le diverse qualità, grazie a degustazioni in piazza e visite in cantina.

Appassimenti aperti è un evento organizzato dall’Istituto Marchigiano di Tutela Vini (Imt) nell’ambito del piano di promozione sostenuto dal Programma di Sviluppo rurale 2014 – 2020 (misura 3.2) della Regione Marche. È realizzato grazie all’impegno del Comune di Serrapetrona e delle cantine protagoniste: l’Azienda agricola Alberto Quacquarini, Cantine Fontezoppa, Terre di Serrapetrona, Podere sul lago e Vitivinicola Serboni.

danza Pesaro

Serata “Shechter / Naharin” di Aterballetto a Pesaro

Tolentino: l’odio il tema del festival dell’umorismo Biumor