in

Quando e in che misura conviene realizzare un PIANO ENERGETICO. Il “caso” di Pesaro

evento PesaroDopo il riconoscimento ottenuto nell’ambito del premio nazionale “Sfide 2009: le politiche energetiche locali come strumenti di sviluppo territoriale dalla buona pratica alla buona amministrazione” promosso all’interno della manifestazione “Forum P.A. 2009”, il Piano Energetico Ambientale Comunale di Pesaro torna sotto i riflettori.

L’Ufficio Energia del Comune sarà infatti tra i relatori del primo e unico convegno in Italia sui PIANI ENERGETICI, che si terrà a Milano il 14/15 ottobre e sarà curato dall’Istituto Internazionale di Ricerca in collaborazione con Fire (Federazione Italiana per l’uso Razionale dell’Energia), Legautonomie e università di Pavia.

Due giorni su efficienza energetica, utilizzo fonti rinnovabili, riduzioni emissioni, sviluppo sostenibile in cui verrà illustrato come il Peac del Comune di Pesaro prevede – in sei anni – una riduzione di consumi pari a 23.350 tonnellate equivalenti di petrolio all’anno e una riduzione di CO2 di 70.000 tonnellate annue.

“Un piano non solo teorico ma anche pratico – spiega l’assessore all’Ambiente Energia e Salute Giancarlo Parasecoli -, alcune azioni infatti sono state messe in campo dall’Amministrazione comunale: attivato lo Sportello Energia per i cittadini, operativo l’impianto fotovoltaico nella scuola Pirandello, iniziati i lavori per l’installazione di impianti fotovoltaici in altri sette edifici comunali, attivate le convenzioni per la realizzazione delle pensiline fotovoltaiche nel parcheggio dell’Adratic Arena e di una rete di teleriscaldamento nei nuovi insediamenti urbani. E altre azioni sono in fase di elaborazione, come soluzioni per ridurre il consumo di energia elettrica negli uffici comunali e nell’illuminazione pubblica”.

“Earthquake ‘68 – Gente di Gibellina”. Il film-documentario di Emanuele Svezia vince il Premio Libero Bizzarri