in ,

“Pensieroingioco” a Civitanova Marche dal 4 al 6 settembre

Pensieroingioco Civitanova MarcheSe fosse l’ennesimo Festival della Filosofia come discipina, nonostante la presenza dei più grandi pensatori italiani, questa sarebbe solo una bella manifestazione ma in ritardo. Invece si tratta di una tre giorni in cui la filosofia è affrontata come chiave di lettura di altri linguaggi culturali: dal giornalismo alla società, dalla musica al cinema.”

Così Umberto Curi, preside della Facoltà di Filosofia di Padova, ha presentato il programma della tre giorni di (dal 4 al 6 settembre), ultimo weekend della Biennale di arte, cultura e società di Civitanova Marche (MC).

“L’altra novità di Pensieroingioco – ha aggiunto Curi -, è quella di dedicare il pomeriggio civitanovese al racconto filosofico delle tre più grandi pensatrici italiane: Roberta De Monticelli, Adriana Cavarero e Nicla Vassallo, perché il pensiero femminile non è uguale a quello maschile, più astratto che narrativo.”

La presentazione è avvenuta oggi, martedì 1 settembre, nella sede romana di Banca Marche, partner dell’iniziativa.

Il 4, 5 e 6 settembre a “mettersi in gioco” saranno quindi i più grandi filosofi italiani in un percorso che parte da mezzogiorno e termina a notte inoltrata.

Prima delle lectio magistralis delle giornate (ore 18.00) con tre nomi d’eccezione: Massimo Cacciari (venerdì), Gianni Vattimo (sabato) e Giulio Giorello (domenica), ogni mattina alle 12.00, la filosofia diventa giornalismo con Antonio Gnoli che intervista pubblicamente Maurizio Ferraris, Giacomo MarramaoSergio Givone.

Il giornalismo, come detto, resta il linguaggio anche del primo pomeriggio con le tre protagoniste della filosofia femminile alle ore 16.00 e poi, alle 17.00, lascia spazio alla filosofia della musica negli imprevedibili concerti jazz del Massimo Donà Quintet con ospiti il premio strega Tiziano Scarpa, Giulio Giorello ed Elio Matassi.

Le serate terminano con un micro-festival di “filosofia nel cinema e non di cinema filosofico” come ha voluto precisare Curi  che insieme ad Enrico Ghezzi porterà a galla il significato filosofico di tre pellicole legate in modi diversi al tema del gioco. Si parte con “The Prestige”, film statunitense del 2006, diretto da Christopher Nolan. Si prosegue con “Casinò” diretto da Martin Scorsese, per concludere infine con la celeberrima partita a scacchi del Cavaliere contro la morte ne “Il settimo sigillo” di Ingmar Bergman.

Ospite d’eccezione, sabato, il due volte premio Oscar, Dante Ferretti, scenografo del film Casinò (nastro d’argento 1997).

Ogni notte poi spazio alla letteratura dei filosofi nel Caffè Philo dove a mezzanotte i protagonisti della giornata raccontano i libri che hanno segnato la loro vita.

Durante il Festival saranno aperti anche i laboratori scientifici e della mente, quello Clementoni dedicato ai bambini e il caffè letterario che ogni sera chiude a mezzanotte la giornata con un libro e un bicchiere di vino oltre alle cinque grandi mostre che fanno da contorno al Festival fra le quali spiccano la mostra/performance di Oliviero Toscani intitolata Razza Umana/Italia e l’arte moderna e le correnti estetiche del secolo scorso in Novecento (Balla, Boccioni, Burri, Carrà, Ceroli, De Chirico, Depero, De Pisis, Licini, Manzù, Morandi, Pannaggi, Schifano, Scipioni, Soffici, Vedova).

Pensieroingioco è organizzato da Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia di Macerata e Comune di Civitanova Marche con la cura di Umberto Curi e la direzione artistica di Evio Hermas Ercoli. Patrocinano l’iniziativa l’Istituto italiano per gli Studi Filosofici, il Senato della Repubblica, la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il MiBAC, il Ministero della Gioventù, quello dello Sviluppo Economico, la Regione Marche e la Provincia di Macerata.

Info: www.tuttoingioco.it

“È stato un primo assaggio di come sarà il Festival della Filosofia finale, dal 4 al 6 settembre”

Tangos para bailar – Senigallia (AN) – 5 settembre 2009